In attesa della 500X, il marchio Fiat ha nei suoi listini cinesi soltanto una Suv, la Freemont. Ma poiché i modelli a ruote alte sono sempre più apprezzati in Cina – Automotive News stima fossero il 28% del mercato locale nel 2014, e raggiungeranno quota 35% entro il 2025 – la casa italiana “trasforma” la sua berlina a due volumi Ottimo in una specie di crossover. Il risultato, la Ottimo Cross, è in mostra sotto forma di concept car al Salone di Shanghai. Del resto, la Fiat non è nuova a questo tipo di versioni rinforzate: in Brasile propone diverse versioni “cross” di modelli tradizionali. Generalmente, hanno la carrozzeria protetta da paraurti più massicci e sono di qualche millimetro più alte da terra, ma non hanno la trazione integrale.

La Ottimo è la versione a due volumi, ossia senza coda, della berlina Viaggio. Entrambe sono costruite sulla stessa piattaforma, la medesima dell’Alfa Romeo Giulietta, e sono commercializzate solo in Cina, dove sono prodotte a Changsha in collaborazione con il partner Gac. Per ora, la produzione della Ottimo Cross non è stata confermata. Per ora, FCA ha solo annunciato la costruzione di un secondo stabilimento nel Paese, sempre in collaborazione con Gac, che fabbricherà localmente modelli Fiat, Chrysler e Jeep. Il gruppo FCA vorrebbe arrivare a vendere 850.000 unità l’anno in Cina nel 2018, partendo dalle 130.000 del 2013.

23126347-ac9c-4e06-a2a0-57f145759d63 cf07488d-26b4-4d7c-8185-7abd6e1392e6f10cd739-a3ee-469c-b8e1-8f48897d89fe951863cd-6a04-4e04-a924-64038409cb405c4d5a21-03e9-45c8-a55b-21767832a159 7727ed43-ce7b-455c-bf77-262ffa2f63c9 2c541d22-7064-4035-8001-9633a3e341d73832b807-6000-40e2-b67c-ff69933057c0

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Volvo pensa alla chaise longue in auto. Per gli uomini d’affari cinesi – FOTO

next
Articolo Successivo

La Vespa compie 69 anni, le immagini di un successo tutto italiano – FOTO

next