“E’ il più grande sistema di repressione della storia dell’umanità”. Così Edward Snowden, ex informatico della Cia e whistleblower (gola profonda), commenta il sistema informatico di controllo dei governi sulla vita dei semplici cittadini. Intervenuto in collegamento video durante il Festival internazionale del giornalismo di Perugia, in aula gremita e che leva un lunghissimo applauso appena compare collegato sullo schermo, Snowden ha spiegato che: “In merito ai servizi di intelligence, il governo italiano e quello degli Stati Uniti collaborano strettamente”, e sul silenzio del governo italiano in merito ai temi dello spionaggio internazionale, ha detto: “Bisogna rispondere di più alle domande, per non causare serie preoccupazioni alla società civile”. Snowden ha infine descritto le potenzialità del controllo dei servizi di intelligence: “Se avete un cellulare in tasca, il vostro governo sa dove siete, anche se non siete dei criminali. C’è un’agenzia britannica in grado di intercettare la webcam dei vostri computer e dei vostri iPhone”  di Max Brod e Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Isis, 5 ragazzi arrestati a Melbourne: “Preparavano attacco a due poliziotti”

next
Articolo Successivo

“Israele, etichetta diversa per prodotti dai territori occupati venduti in Ue”

next