Da circa quaranta giorni, ogni mattina, sul mio profilo Twitter @defelicemilano, lancio due cinguettii nella speranza che @matteorenzi li ascolti. Questi i due tweet:

– #historyhealth, ognuno il proprio nessuno il nostro diario della salute. @matteorenzi vuole ricevermi? #sanitainformatica #lavoltabuona

– History Health @matteorenzi vuole ricevermi? #sanitainformatica #lavoltabuona

Se Renzi mi ricevesse gli spiegherei come la gestione dei dati sanitari è delicata. Gli spiegherei come i colossi di Internet, a cominciare da Apple e Google, stanno investendo molto nel mondo del controllo della salute con grave rischio per il cittadino se si tratta di gestione di dati sanitari. Gli spiegherei come la Regione considerata migliore in Italia in sanità, la Lombardia, aveva predisposto una delibera, approvandola, che avrebbe potuto dare ad enti esterni, non solo pubblici, in cambio di un corrispettivo il datawarehouse di dieci milioni di cittadini italiani.

Gli spiegherei che la gestione dei dati sanitari permette, se lasciata nelle mani del cittadino, anche un controllo indiretto del lavoro sanitario. Nessuno può modificare né utilizzare, se non autorizzato direttamente dal cittadino attraverso la sua impronta digitale. Gli spiegherei quanto si risparmierebbe non centralizzando: la salute è del cittadino, non si compra a basso prezzo.

Certo Regione Lombardia, Lombardia Informatica, Apple, Google e tutti quelli che hanno un casellario da gestire, che diventa potere economico, non saranno mai a favore di History Health. Gli unici che hanno ben compreso l’argomento sono i portavoce del Movimento 5 Stelle ed i militanti a cominciare dall’amico Vincenzo Gulisano, che ringrazio pubblicamente per il suo impegno quotidiano per una ‘sanità sana’.

Prima o poi caro Vincenzo sarà #lavoltabuona e non importa chi, ma quando. @matteorenzi se volesse ricevermi vengo con Vincenzo a spiegarle come History Health sarebbe quella ‘bella rivoluzione‘ che porterebbe finalmente una parola condivisa, senza divisioni di credo politico, solo per il bene comune.
History Health: ognuno il proprio, nessuno il nostro diario della salute. Vuole riceverci caro Presidente del Consiglio Matteo Renzi prima che al popolo abbagliato torni la vista?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Traghetto in ritardo? Ottenere il rimborso è possibile

prev
Articolo Successivo

Cohousing, stessa “casa” per giovani e anziani: condividere è intergenerazionale

next