small_110211-143805_to281208var_0002L’epifania tutte le feste porta via, ma non tutti i festoni, e i tappeti rossi e le comete di lampadine fuori a negozi e botteghe.

Molti commercianti di certi paesi e quartieri a rischio giù in Campania, a conti fatti preferiscono lasciare gli addobbi qualche giorno in più. Per rispetto. Non di Babbo Natale ma del Boss Locale. Già, perché è lui che impone gli addobbi e anno dopo anno, le luminarie diventano sempre più vistose e più care, perché la famiglia si sa, ci tiene a far bella figura. E poi è pure istruttivo per orientarsi: la strada della tal banda è dove i negozi sono tutti protetti dallo stesso tipo di cometa, quella della tal’altra è marcato, chessò, con una fantasia di lampadine intermittenti e così via.

Le feste dei fessi sono finite, la festa dei furbi continua.
Ad libitum

→  Sostieni l’informazione libera: Abbonati rinnova il tuo abbonamento al Fatto Quotidiano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sud, da Salvemini a Aprile: quel serbatoio di voti e la grande occasione sfruttata

next
Articolo Successivo

Crisi: caro Renzi, bisogna cambiare politica. Meno protocollo e più leggi per tutti

next