Sono stati necessari l’intervento di 4 poliziotti, due camionisti e un passante, per fermare il pregiudicato albanese di 38 anni sospettato di essere uno dei killer del duplice omicidio commesso la sera del 18 settembre scorso nel quartiere di Bruzzano a Milano. Come si vede dalle riprese delle telecamere a circuito chiuso presenti presso l’autogrill di San Zenone al Lambro, vicino Milano, il sospettato è giunto su una Opel Corsa ma successivamente è stato bloccato sopra un’Audi bianca che lo stesso stava tentando di rubare. Gli agenti delle Squadra mobile di Milano sono stati supportati dall’intervento di due camionisti di passaggio e del proprietario dell’Audi che a sua volta è intervenuto per bloccare il furto

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maxxi, l’artista Pesce: “Opera danneggiata non venga restaurata. Serva da esempio”

next
Articolo Successivo

Falsi invalidi nell’esercito: “Uno gioca a calcio, l’altro fa lo showman di notte”

next