Nel periodo gennaio-febbraio 2014 crescono le entrate del fisco, che ammontano a 61.784 milioni di euro. Il ministero dell’Economia e delle finanze ha registrato una crescita dell’1,2% (+735 milioni di euro), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A crescere sono anche le entrate derivanti dal recupero dell’evasione. Nel primo bimestre dell’anno, gli accertamenti e i controlli hanno fatto registrare un incremento del 5,2%, 50 milioni di euro che sono stati sottratti all’evasione fiscale. Dall’analisi del ministero emerge inoltre che il gettito Iva è cresciuto del 4,6%(+549 milioni di euro) nello stesso periodo. In particolare la componente relativa agli scambi interni è salita del 7,6% (+740 milioni di euro), mentre quella sull’import è calata dell’8,2%, 191 milioni di euro.

Aumento a due cifre per le entrate tributarie degli enti territoriali nel periodo gennaio-febbraio 2014. Secondo quanto si legge nel Bollettino del ministero delle Finanze, nei primi due mesi dell’anno sono state pari a 3.902 milioni di euro, con una crescita dell’11,4% (+399 milioni di euro).

In particolare, vola l’Imu, con entrate per 593 milioni di euro e un incremento del 444% (+484 milioni di euro). Le entrate relative all’addizionale regionale Irpef, si legge nel Bollettino, sono state di 770 milioni di euro (-8 milioni di euro, pari a -1,0%). Dai soggetti privati derivano 475 milioni di euro (-8 milioni di euro, pari a -1,7%) e dalle amministrazioni pubbliche 295 milioni di euro, analogo valore del 2013. In sensibile aumento le entrate relative all’addizionale comunale all’Irpef, il cui gettito del periodo è stato di 226 milioni di euro (+24 milioni di euro, pari a +11,9%). Dai soggetti privati affluiscono 147 milioni di euro (+4 milioni di euro, pari a +2,8%), mentre dalle amministrazioni pubbliche 79 milioni di euro (+20 milioni di euro, pari a +33,9%).

Quanto all’Irap, il gettito è calato del 4,2% a 2.313 milioni di euro (-101 milioni di euro). Dai privati affluiscono 459 milioni di euro (-7 milioni di euro, pari a -1,5%) e dalle amministrazioni pubbliche 1.854 milioni di euro (-94 milioni di euro, pari a -4,8%).

Il Fatto Economico - Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Istat, cala il valore degli stipendi: “Potere d’acquisto giù dell’1,1% e consumi a -1,3%”

next
Articolo Successivo

Disoccupazione, Inps: “A marzo cassa integrazione a +2,1%”. Cala la cig ordinaria

next