L’ingegner De Benedetti, attraverso il suo legale Elisabetta Rubini, ha preannunciato azioni legali contro l’articolo pubblicato da Il Giornale sulla vicenda Sorgenia. “Sia il titolo che l’apertura dell’articolo in merito alle vicende della società Sorgenia – è scritto nella nota del legale – contengono insinuazioni integralmente false. E’ infatti falso, anzitutto, che l’importo legittimamente ottenuto dalla società Cir quale risarcimento per la corruzione giudiziaria nella vicenda Mondadori sia nella disponibilità dell’ingegnere De Benedetti: come ben noto a Il Giornale, infatti, lo stesso non ne è più da tempo azionista e, in ogni caso, la vicenda giudiziaria ha sempre riguardato la società e non la persona dell’ingegnere De Benedetti”.

“E’ inoltre falso – prosegue la nota – che l’ingegnere De Benedetti sia coinvolto nelle trattative riguardanti la società Sorgenia, nella quale non ha mai rivestito cariche di alcun tipo e della quale non è più, nemmeno indirettamente, azionista. Pertanto – conclude l’avvocato Elisabetta Rubini – le insinuazioni di cui sopra, così come altre analoghe fantasiose ‘ricostruzioni’ già pubblicate da Il Giornale, sono prive di qualsiasi fondamento, pretestuose e strumentali. L’ingegnere De Benedetti preannuncia che intraprenderà ogni iniziativa atta a tutelare la sua reputazione ed onorabilità”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Fondo olandese scarica banche israeliane: “Hanno filiali in Cisgiordania”

next
Articolo Successivo

Bcc e Popolari: ossigeno per piccole imprese, ma sorvegliate speciali Bankitalia

next