“Porto avanti sfide culturali: il rispetto della donna, il ruolo del web, questioni che riguardano quanti non hanno avuto giustizia anche se giustizia è stata fatta”. Così a Roma Laura Boldrini (Sel), presidente della Camera dei deputati, dopo aver ricevuto il premio ‘Paolo Giuntella’ dall’associazione Articolo21. Tra i premiati anche le redazioni di Presadiretta (Rai3), il giornalista Giovanni Tizian che vive sotto scorta per le minacce della ‘ndrangheta e Cecile Kyenge, ministro per l’Integrazione. Kyenge ha spiegato che la legge sulla cittadinanza sarà “calendarizzata a breve nella commissione degli affari costituzionali”. Articolo21 ha riconosciuto un premio speciale alla madre di Tania Passa, giornalista scomparsa lo scorso febbraio e attivista dell’associazione. Beppe Giulietti, portavoce di Articolo21, ha spiegato le urgenze da affrontare nell’informazione italiana: “Bisogna intervenire sul conflitto di interessi, liberare la Rai dal controllo dei governi e dei partiti e liberare il diritto di cronaca dalle querele temerarie” di Nello Trocchia

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Lega, Bozza: ‘Maroni e Tosi devono sparire in eterno, li prenderemo a calci in culo’

prev
Articolo Successivo

Visti dagli Altri – La letargia di Letta e l’arte di (non) scegliere

next