Renato Brunetta non ha sentito nulla. Né fischi, né contestazioni. Lasciando piazza Duomo a Brescia vistosamente scortato dai carabinieri, non fa che ripetersi: “Bellissima piazza, bellissima piazza”, e mostra il segno della vittoria. Qualcuno ancora lo contesta, mentre la folla abbandona il centro della città. “Mafioso”, grida qualcuno. Ma il muro di agenti tiene al riparo il capogruppo del Pdl alla Camera, che insiste: “Nessun fischio, viva la democrazia e abbasso i fascisti”. Scortato metro dopo metro, scompare all’interno dell’hotel Vittoria di Brescia. All’esterno c’è il suo collega Denis Verdini: “Brunetta è un uomo di carattere”  di Franz Baraggino

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Manifestazione Pdl Brescia, Berlusconi contestato: “Vergogna, buffone, mafioso”

next
Articolo Successivo

La piazza di Vendola: “Salviamo la sinistra da B, nasca un governo di cambiamento”

next