E’ titolare di una ditta di confezionamento abiti, ha 43 anni e abita a Savignano sul Rubicone il cinese che si è dato fuoco davanti al capannone della Germano Zama, azienda di Faenza del settore abbigliamento da qualche tempo in crisi economica. L’uomo si è presentato di prima mattina davanti all’azienda, che gli dovrebbe soldi per lavori già eseguiti ma non ancora pagati, ed è entrato chiedendo di essere assunto. Davanti al titolare si è cosparso la testa di liquido infiammabile e si è dato fuoco con un accendino. Le fiamme sono state spente con un estintore da alcuni persone presenti. il cinese è stato ricoverato con prognosi riservata all’ospedale ‘Bufalini’ di Cesena.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Capitale della Cultura 2019: Venezia si ritira, ora Ravenna non può sbagliare

next
Articolo Successivo

Renzi e Berlusconi al Regio di Parma: possibile colloquio su voto e Quirinale

next