“Ci dica cosa vuole fare rispetto alla nostra proposta”. Enrico Letta, vicesegretario del Partito democratico si rivolge così a Beppe Grillo che accusa il Pd di fare “il mercato delle vacche” e di aver ricevuto “offerte di presidenze della Camera, di commissioni, persino di ministri. Il solito modo puttanesco di fare politica”. “Non c’è nessun mercanteggiamento – replica il numero due del Pd. C’è semplicemente il fatto che il 16 marzo il Parlamento dovrà decidere chi saranno i presidenti delle Camere e tutti fanno parte del Parlamento. Se – prosegue Letta – questo lo si considera un mercanteggiamento mi sembra che si sia partiti col piede sbagliato. Noi discutiamo alla luce del sole sui temi non sulle poltrone” di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Confindustria: “Necessario approccio evangelico. Disponibili a dialogo con Grillo”

next
Articolo Successivo

FattoTv, risiko Pd-M5S tra premier e alleanze. Riguarda lo speciale con Fassina

next