Totò Cuffaro lo lasciamo stare perché sta almeno scontando onestamente la sua pena di 7 anni a Rebibbia per favoreggiamento alla mafia, però Pierferdinando Casini non possiamo lasciarlo stare perché è stato lui a portare Cuffaro in Parlamento quando era già imputato per favoreggiamento mafioso e a riportarcelo poi addirittura quando  era stato già condannato in primo grado.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PADRINI FONDATORI

di Marco Lillo e Marco Travaglio 15€ Acquista
Articolo Precedente

La politica che non pensa ‘in universale’

next
Articolo Successivo

Movimento 5 Stelle, chi ha eletto Casaleggio?

next