Fondazione Polis e Ordine degli Psicologi della Campania hanno siglato un protocollo di intesa per il sostegno psicologico ai familiari delle vittime innocenti di criminalità. La Campania ha il triste primato in italiana per numero di vittime innocenti della criminalità, ma è anche la prima regione che crea una squadra in favore dei familiari di queste vittime. Di questa squadra di persone perbene oggi entrano a far parte anche gli psicologi, il cui apporto sarà fondamentale per alleviare ferite che non si chiuderanno mai e che si trasmettono anche alle nuove generazioni. Paolo Siani, presidente della Fondazione Pol.i.s., fratello del giornalista Giancarlo,  ha fatto visita ai familiari di Carlo Cannavacciuolo, il giovane veterinario ucciso dieci giorni fa a Santa Maria La Carità. “Solo se i familiari delle vittime non saranno lasciati soli – ha detto –  possiamo sconfiggere il crimine”. Con l’intento di essere un modello per le altre regioni italiane, nei prossimi mesi saranno perfezionate intese con tanti altri Ordini professionali per svolgere un’azione sempre più efficace a tutela delle vittime e di chi gestisce i beni confiscati alla camorra. di Katiuscia Laneri

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La terza rivoluzione industriale secondo Rifkin

next
Articolo Successivo

“Passera? No, grazie”
Giovani Pdl sotto Goldman Sachs

next