Da Partite & partiti: domenica si è chiusa la stagione con le ultime promosse in serie B. La Juve Stabia che arriva in serie B e i suoi calciatori che dedicano, azione meritoria, la promozione nella serie cadetta agli operai della Fincantieri di Castellammare che rischiano il posto di lavoro. Poi sale in B anche il Verona, a spese della Salernitana. Gli incidenti su e dagli spalti hanno macchiato, per l’ennesima volta, la domenica calcistica. Questo per quanto riguarda il prato calcistico, ma c’è stato un altro prato ieri, quello “sacro” di Pontida dove Bossi ha urlato i suoi proclami ai tifosi celtici e dove abbiamo visto l’ipotetica classe dirigente del futuro. Questo per dire che si continuano a innescare e intrecciare due momenti della vita italiana, la cosiddetta distrazione di massa del calcio che distrae sempre meno, a suon di scandali e mancate riforme calcistiche, e una situazione politica sempre più putrefatta.
di Oliviero Beha

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Alemanno e Polverini: “Parte la petizione contro i ministeri al nord”

prev
Articolo Successivo

Milano, primo consiglio comunale per Pisapia. Centinaia di persone in piazza

next