Centinaia di lavoratori del mondo dello spettacolo (teatro, cinema, tv) hanno aderito all’appello dei sindacati e si sono ritrovati al cinema Adriano di Roma per manifestare nel giorno dello sciopero del settore dello spettacolo indetto dai sindacati nazionali. Attori, produttori, registi, ma ilfattoquotidiano.it ha voluto sentire soprattutto le maestranze, coloro che sono maggiormente penalizzati dal taglio del Fondo unico dello spettacolo previsto dalla Finanziaria, che nel 2008 ammontava a 450 milioni di euro e secondo la manovra annunciata sarà di 288 nel 2011. Un settore che impiega in Italia oltre 500mila lavoratori.
Servizio di David Perluigi, riprese e montaggio Paolo Dimalio

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tagli alla cultura, “un settore in ginocchio”
Mobilitazione e serrata di cinema e teatri

next
Articolo Successivo

Scott Pilgrim vs the World

next