Il libro di Silvio in 10 milioni di copie sta per arrivare nelle nostre cassette delle lettere. Sul tema libro di Silvio l’opposizione si sta spaccando. Ci sono due scuole di pensiero: la prima sostiene che occorre mandare una mail alla presidenza del consiglio dicendo: “No grazie… Non lo voglio e fa parte dei miei diritti….” La seconda scuola di pensiero sostiene che bisogna riceverlo, guardarlo, sfogliarlo, chiamare il gastroenterologo per sapere come evitare il vomito e poi recarsi nell’ufficio postale e rispedirlo al mittente. Io appartengo (come Michele Serra che è il promotore dell’iniziativa tutti alle poste) alla seconda corrente anche se una mia perfida amica sostiene (mi conosce…) che pigra come sono non ci andrò mai, non farò la fila, non comprerò i francobolli e il libro verrà frullato nella spazzatura (differenziata si spera). Cosa ci sarà scritto per spiegare alle masse cosa ha fatto il governo in due anni? Mistero. Gli autori avranno lavorato di fantasia….

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Expo 2015 presentato in Cina. Ma il capo delegazione del Comune è un indagato

next
Articolo Successivo

Legalità e nuova Italia: non deludere le speranze

next