FQ MAgazine

Walter Bonatti, 30 anni di viaggi nei suoi grandiosi “autoritratti ambientati”

Le immagini con le quali il più grande alpinista italiano ha riempito i suoi ricordi e il suo cuore sono diventate una mostra che resterà a Milano fino all'8 marzo: la bellezza della natura, l'intensità della solitudine, il piacere della compagnia di se stessi, che a volte non nasce per caso. Ma dal tradimento di chi ti sta vicino

Luigi Serafini e il suo “Codex”: un libro magico che si guarda, si sfoglia ma non si legge

In origine tutti i libri erano magici, adesso quelli che si ricordano di esserlo, e lo ricordano anche a noi, sono rarissimi. La cosa migliore è aprirlo a caso per abbandonarsi alle descrizioni di quel mondo immaginario ma esistente, oppure trarne degli auspici, come con I Ching, il Libro dei Mutamenti, o con Le metamorfosi di Ovidio

Il mondo di Luigi Serafini, l’artista caro a Calvino, Barthes e Fellini

Entrare nell'atelier-abitazione dell'artista di Lambrate, il Linneo lisergico autore dell'enciclopedia chiamata Codex, è come calarsi nel pozzo di Alice nella periferia di Mosca. La differenza è che qui si sale. In un mondo dell'arte ormai diventato un ramo qualsiasi del mercato del lusso, il consenso di critica e pubblico verso un'opera folle la sua, dimostra che c'è ancora spazio per il talento di un disegnatore

Le due anime di Bosé, l’artista e l’attivista. “Avevo la tessera dei Radicali. Podemos? Battaglia di buon senso, ma non mi fido più”

Hemingway e Picasso. E poi Pannella, Podemos, la tv di Maria de Filippi. Conversare con lui significa spaziare dal fascino della cultura al disincanto della politica. Dalla pennellata che il Miguel bambino si concedeva sui quadri del grande Pablo al rapporto con l'autorità nell'essere genitori di quattro figli avuti tardi. E poi "l'attivismo disilluso" verso i partiti: "Ci affascinano prima del voto ma una volta che l'hanno ottenuto il cittadino viene dimenticato". Milano, Piazza della Repubblica. Entriamo nella stanza e nella vita del "Signor Bosè"
×
Luigi Serafini e il suo “Codex”: un libro magico che si guarda, si sfoglia ma non si legge
Yanis Varoufakis, lo stile del ‘sexy ministro’ che piace alle donne d’Europa

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×