/ / di

Marco Vesperini

Articoli di Marco Vesperini

Cervelli in fuga - 5 giugno 2017

“In Norvegia abbiamo trovato tempo e felicità. In Italia troppi straordinari: non respiravamo più”

Una balena che è diventata il simbolo della loro agenzia turistica. Più un paesaggio fatto di montagne, mare e luci. E’ questo il biglietto da visita di Claudia Gasperini, romana di 46 anni, e Maurizio Massacesi, 51enne originario di Trevigliano Romano, che hanno scelto di cambiare vita e di trasferirsi in Norvegia. Precisamente a Svolvær, nelle isole […]
Cervelli in fuga - 29 aprile 2017

Manager a Sydney. “Qui sanno cos’è la meritocrazia. L’Italia non investe più sui giovani”

“Sono arrivato in un paese straniero masticando poco l’inglese e ora, dopo tre anni, ho la responsabilità di cinque manager e molti di dipendenti. Difficilmente in Italia occuperei lo stesso posto alla mia età”. Parla chiaro Matteo Alberici, classe 1992, originario di Loano in provincia di Savona. Diplomato al liceo nautico, ora è capo manager in una […]
Società - 4 dicembre 2016

“Faticare in campagna è il lavoro più bello del mondo, altro che vita in ufficio”

“Ora sentiamo la responsabilità di portare avanti una storia, la nostra”. Hanno fatto studi tra loro diversi, ma hanno sempre amato la campagna. Fino a prendere in gestione un vigneto, ciliegi, campi coltivati ed una stalla. Sono Elisabetta, Teresa e Francesca, rispettivamente audioprotesista, studentesse di Enologia all’Università di Padova e Chimica e tecnologie farmaceutiche. Quel patrimonio fatto di […]
Cervelli in fuga - 16 marzo 2016

“I nostri piatti marchigiani nel mercato di Madrid. In Italia la cucina è più immagine che lavoro”

“L’Italia pensa più all’immagine che al lavoro pratico e duro nella ristorazione. Col risultato che spesso si dimentica che cucinare significa impegno e passione. Quindi siamo scappati in Spagna”. Jonata Pierleoni e Massimiliano Rogante, entrambi trentenni di Sant’Elpidio a Mare, in provincia di Fermo, si sono trasferiti a Madrid nel 2009. E adesso, dopo un’esperienza come comproprietari di un ristorante italiano, […]
Architetto in Cina. “In Italia favoritismi e parcelle da rincorrere. Shenzhen ogni giorno è diversa”
“In Italia ero un laureato senza futuro. Qui a Città del Messico insegno italiano e la mia vita è straordinaria”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×