/ / di

Iside Gjergji Iside Gjergji

Iside Gjergji

Sociologa e giurista

Dopo un’infanzia, in quel di Durazzo, passata a pensarmi come rivoluzionaria dandy che saliva sulle barricate vestita di fucsia, ho attraversato i mari nel 1991 diventando una delle tante italiane a venire. Dall’altra parte, ad attendermi, c’era chi sapeva che il mio arrivo avrebbe potuto sparigliare le regole del gioco. Le regole, però, bisognava prima conoscerle. E così, alcuni anni dopo, mi sono laureata in regole all’Università di Bari. E il gioco? Presa dai soprassalti della coscienza, ho conseguito un dottorato in giocologia all’Università del Salento. E ora, dopo aver abbondantemente studiato, passo la vita a immaginare giochi nuovi e a capire quali e quante regole cambiare.

Blog di Iside Gjergji

Cultura - 13 maggio 2016

‘Fabbriche invisibili. Storie di donne, lavoranti a domicilio’ di Tania Toffanin

“Al mattino mi alzo alle sette, e poi chiamo il ragazzo che va a lavorare, e poi preparo la colazione, e poi chiamo il bambino per andare a scuola, lo preparo, poi dopo vado a fare i letti…e poi mi metto a lavorare un po’ a macchina. Lavoro per due o tre ore. E poi, […]
Diritti - 22 marzo 2016

Sondrio, richiedenti asilo non possono passeggiare nei parchi. Esistenze di serie B

Per gli immigrati non esistono soltanto lavori di tipo “B”, cittadinanze di tipo “B”, esistenze di tipo “B”; esiste anche una normativa di tipo “B”, quella che altrove ho definito “infra-diritto degli stranieri” e che consiste in un complesso di norme di derivazione amministrativa, ovvero le norme emanate tramite circolari. Chi si occupa di immigrati […]
Zonaeuro - 8 marzo 2016

Vertice Ue-Turchia, benvenuti nel governo informale delle migrazioni. In nome dell’emergenza

Dopo l’approvazione dell’agenda Junker sull’immigrazione, i vertici tra gli stati membri dell’Unione europea e tra quest’ultima e i paesi terzi sono stati innumerevoli e convulsi.  Tutti convocati in nome dell’emergenza. “Tempi eccezionali richiedono misure straordinarie”, dichiarava Angela Merkel al vertice con i paesi balcanici del 25 ottobre scorso, chiedendo a tutti di posizionarsi sul terreno […]
Mondo - 5 febbraio 2016

Giulio Regeni, il ricercatore scomodo da sorvegliare (e perfino punire)

Giulio Regeni era uno studioso scomodo, da tenere sott’occhio, da sorvegliare, e perfino punire, visto come sono andate le cose. Era scomodo, dava fastidio, perché si occupava di quei soggetti di cui nessuno vuole più parlare: i lavoratori. Sono decenni che, a livello globale, si producono tonnellate di libri e articoli per convincerci che i […]
Zonaeuro - 11 novembre 2015

Portogallo, la sinistra fa cadere il governo. E ora?

E così, come aveva promesso, la coalizione di sinistra ha fatto cadere ieri il neonato governo portoghese, votando in Parlamento una mozione di sfiducia con 123 voti a favore.  Il percorso che però ha davanti non sarà una passeggiata. Il primo ostacolo da superare sarà la riluttanza, di dubbia costituzionalità, del presidente Cavaco Silva a […]
Zonaeuro - 24 ottobre 2015

Portogallo, alla sinistra è vietato governare

Gli scandali che stanno attraversando le democrazie in Europa, di elezione in elezione, durante questi anni di crisi economica senza fine, stanno facendo emergere in superficie molte dinamiche politico-istituzionali che solitamente restano sotterranee, tra cui il galoppante processo di centralizzazione dei poteri e le crescenti tendenze autoritarie delle istituzioni. Coloro che vogliono portare un esempio […]
Diritti - 30 settembre 2015

Migranti: ‘hotspot’, questi sconosciuti che da oggi sono operativi. Forse

Alzi la mano chi non ha sentito parlare di “hotspot” nelle ultime settimane. Tutti invocano gli hotspot, confidano negli hotspot. La Commissione europea, per il tramite del commissario per l’immigrazione, Dimitris Avramopoulos, intima: “Occorre attivare subito gli hotspot”. Insiste sul punto la cancelliera tedesca, Angela Merkel: “Subito gli hotspot!”. Risponde zelante il ministro Alfano: “Siamo […]
Emilia Romagna - 27 settembre 2015

Mr Job, le lotte dei lavoratori Si-Cobas diventano affare di Stato

E ora la lotta delle lavoratrici e dei lavoratori per ottenere il reintegro degli otto licenziati dalla cooperativa Mr. Job è diventata un affare di stato, è entrata cioè di prepotenza nell’agenda governativa. Basterebbe dare un’occhiata a certi articoli pubblicati sul Corriere della Sera, o sul Sole 24Ore per rendersi conto di ciò. Su Repubblica […]
Mondo - 17 agosto 2015

L’Egitto e la controrivoluzione

“Pane, libertà, giustizia sociale”, “Il popolo vuole la caduta del regime”, “Via, via Hosni Mubarak“, “Noi non ce ne andiamo di qui, è lui che deve andare”. Questi famosi slogan sintetizzavano molto bene non solo le ragioni di fondo della rivoluzione, ma anche la coscienza politica dei giovani e dei/delle lavoratori/lavoratrici egiziani scesi a protestare […]
Politica - 8 agosto 2015

Il blog di Beppe Grillo sull’immigrazione: il razzismo a 5 stelle

A chi non è affetto da Alzheimer e conserva ancora qualche cellula cerebrale per le più basiche sinapsi, il post del pentastellato consigliere comunale di Torino, Vittorio Bertola, contenente proposte politiche in tema di immigrazione, non avrà procurato neanche un minimo spostamento del sopracciglio destro. Il post non rappresenta, infatti, nessuna novità circa le posizioni (cripto)fasciste […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×