/ / di

Alberto Vannucci Alberto Vannucci

Alberto Vannucci

Professore di Scienza Politica

Sono nato nel 1963 a Pontedera, ho abitato a lungo tra Cascina – sempre nei pressi di Pisa – e Lucca, dove ho messo su famiglia. Dopo qualche pellegrinaggio disciplinare tra economia e filosofia politica, da una dozzina di anni mi sono felicemente accasato presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa come docente di Scienza Politica, materia che mi sforzo di non trattare come un ossimoro. Inspiegabilmente – se non forse dopo anni e anni di analisi – nella mia attività di ricerca ho finito quasi sempre per occuparmi di argomenti piuttosto ripugnanti, come lavoro nero, declino competitivo, organizzazioni criminali e, soprattutto, corruzione politico-amministrativa. Su quest’ultimo tema in particolare ha scritto un po’ di articoli e di libri, molti assieme a Donatella della Porta: Corruzione politica e amministrazione pubblica (1995), Il mercato della corruzione (1997), Un paese anormale (1999), Corrupt Exchanges (1999), Mani impunite (2007), The hidden order of corruption (2012) e Atlante della corruzione (2012). Dal 2010 coordino il Master universitario in “Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione”, che abbiamo costruito con Libera e Avviso pubblico: stiamo cercando insieme di formare dei “professionisti dell’etica”, come li definisce don Luigi Ciotti, capaci di unire passione civile e competenze utili a rispondere colpo su colpo all’insinuarsi della corruzione e delle organizzazioni criminali nella politica, nell’amministrazione pubblica, nei mercati.

Nonostante anni e anni di studi sulla corruzione, nessuno ha mai pagato a mia insaputa l’acquisto di una casa o i conti di una vacanza in residence o in yatch, e quando mi hanno proposto qualcosa che somigliava a una tangente all’inizio neanche me ne sono accorto.

Blog di Alberto Vannucci

Giustizia & Impunità - 20 settembre 2016

Tangenti nella Marina militare a Taranto: speriamo che (non) sia femmina

marina-donne-675 Una pratica capillare di malversazioni, truffe, sprechi, peculato, corruzione contraddistingue da sempre ogni genere di acquisto, appalto e fornitura militare. In tempi non lontani una vasta aneddotica sui latrocini scientificamente realizzati da una platea di ufficiali addetti alla dispensa e loro superiori (e complici) accompagnava l’esperienza del servizio di leva, trovando conferma nella qualità mediamente […]
Giustizia & Impunità - 1 settembre 2016

La corruzione uccide, non il terremoto

amatrice 675 “I terremoti esistono da quando esiste la terra. I paesaggi, le montagne, l’acqua dolce, tutto è dovuto ai terremoti. Neanche l’uomo esisterebbe senza i terremoti, il terremoto non uccide. Uccidono le opere dell’uomo”. Le parole del vescovo di Rieti durante i funerali di Amatrice richiamano una verità semplice, quasi sempre trascurata nell’ormai ricorrente rituale di […]
Giustizia & Impunità - 5 luglio 2016

Corruzione Roma, un caso da manuale: il favoloso mercato dei faccendieri

alfano-675 E’ un vero e proprio “labirinto” –  così come l’hanno battezzata i magistrati – la scena del crimine che si presenta nell’ultima inchiesta sul malaffare dei palazzi romani. Eppure al suo interno si dipana un filo d’Arianna che permette di dare un senso compiuto al convulso agitarsi dei suoi protagonisti. Basti guardare all’instancabile tessitura di […]
Giustizia & Impunità - 24 aprile 2016

Se Davigo svela che il re (della corruzione) è nudo

Si possono comprendere i toni striduli della polemica politico-istituzionale che ha fatto seguito alle dichiarazioni del consigliere di Cassazione e neo-presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Piercamillo Davigo, ma forse le ragioni di tanta acrimonia non sono quelle addotte ufficialmente. Davigo ha già presentato e discusso innumerevoli volte in sedi pubbliche le tesi dell’intervista senza suscitare particolare sorpresa […]
Economia & Lobby - 2 aprile 2016

Inchiesta petrolio, il capitalismo amorale e l’oro nero della corruzione italiana

Di tanto in tanto la “trivellazione” delle inchieste giudiziarie fa sgorgare copioso il getto nero, oleoso e maleodorante dell’italica corruzione, i cui giacimenti intossicano le falde sotterranee della politica e dell’economia. Gli schizzi di petrolio dell’indagine potentina che hanno insudiciato l’elegante veste ministeriale di Federica Guidi, inducendone le dimissioni, disegnano i contorni ormai consueti di […]
Giustizia & Impunità - 17 febbraio 2016

La corruzione nella sanità lombarda? Da cosa nasce cosa…

La spiegazione del malaffare endemico che alligna nella sanità lombarda non va imputata alla perversa efficienza del modello corruttivo ambrosiano, svelata già negli anni di Mani pulite e affinatasi nel corso del tempo. Non discende dalle qualità del marchingegno criminale approntato dal facilitatore Daccò, nel quale le corsie preferenziali per i rimborsi gonfiati di prestazioni […]
Giustizia & Impunità - 13 ottobre 2015

Tangenti, ‘Tutti corrotti e corruttibili’: l’oro, incenso e mirra della cleptocrazia italiana

A leggere i segnali che soltanto negli ultimi giorni affiorano dall’universo della corruzione italiana si arriva alla conclusione che il totale pesi più della somma delle parti. Le inchieste giudiziarie offrono infatti uno spaccato parziale, mentre una visione d’insieme dovrebbe abbracciare anche i molti sintomi del saccheggio sistematico di risorse comuni praticato, in un’atmosfera d’impunità, […]
Palazzi & Potere - 8 settembre 2015

Riforme: idee e ragioni contro le modifiche costituzionali

La ripresa dell’attività parlamentare dopo la pausa estiva pone al centro del dibattito pubblico la seconda lettura del disegno di legge di riforma della nostra Costituzione. Si tratta di uno snodo cruciale per il futuro della democrazia italiana: le scelte politiche operate nelle prossime settimane rischiano di inquinare in profondità il funzionamento delle nostre istituzioni […]
Mafie - 23 agosto 2015

Casamonica, il regno mafioso in una capitale corrotta

Per cercare di comprendere ragioni e moventi dell’ignominia pubblica celebrata con il fastoso funerale del piccolo Padrino dei Casamonica occorre mettere da parte ogni naturale moto di indignazione. Serve una chiave di lettura, c’è bisogno di una teoria. Un altro Re della complessa geo-politica criminale di Roma, il boss nero Massimo Carminati, questa teoria l’ha […]
Economia & Lobby - 7 luglio 2015

Grecia e Italia: una faccia, una razza, una tangente

cantone 675x275 E’ uno dei grandi buchi neri nelle casse dello stato greco: l’abisso della corruzione, che da decenni contribuisce per qualche decina di miliardi di euro l’anno alla catastrofe dei conti pubblici ellenici. Appalti affidati direttamente alle imprese amiche, lavori tanto inutili quanto interminabili, costi elevati all’ennesima potenza: uno scenario familiare per noi italiani – una […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×