ƒ

IlFattoQuotidiano.it / BLOG / di Stefano Citati

Stefano Citati Stefano Citati

Stefano Citati

Giornalista e scrittore

Torino, 24.03.1968; a Subbuteo gioca partite tra paesi Nato e Patto di Varsavia (che non ha mai vinto); inizia a leggere i giornali nel '78 a Parigi, quando Ruhollah Khomeini si prepara a tornare in Iran; il suo primo 45 giri è: "Another Brick in the Wall"; il primo 33: "Tunnel of Love". A 14 anni salta 5,40 metri in lungo sul prato di casa e percorre fino a 160 chilometri al giorno in bicicletta (il morbo di Schlatter lo costringe a smettere di sciare, ma svolge la leva militare). Ha lavorato per 15 anni a Repubblica (Esteri - inviato in Africa e Asia tra il 1994 e il 2001 - Ufficio centrale e Cronaca), poi Traveller e Vanity Fair. Ha conosciuto tre geni: Ivan Illich, Emile Cioran e Giorgio Manganelli. Alto 1,80 metri (misurati da solo), peso-(s)forma 75 chili (attualmente 77/78). Parla francese e inglese.

Post di Stefano Citati

Mondo - 19 settembre 2014

Referendum Scozia: Dio (e gli scozzesi) salvano ancora la Regina (e Cameron)

Il Regno resta Unito ma non sarà più lo stesso. E’ il refrain della stampa dopo il risultato scozzese. Quasi il 55% dei votanti hanno scelto di non cambiare le cose, di restare sotto l’egida di Londra. Di conservare le tradizioni politiche. Non sappiamo ora quanti hanno scelto il ‘No’ dopo le promesse dei leader […]
Mondo - 20 agosto 2014

Iraq, da al Zarqawi all’Isis: dieci anni di jihad e tagliateste

Il padre putativo dei tagliateste dell’Isis è stato al Zarqawi, il capo-guerrigliero legato ad Al Qaeda che seminò il terrore in Iraq anche per cercare di rubare la leadership del movimento integralista islamico a Bin Laden. Anche lui e i suoi uomini postavano su Internet le immagini delle decapitazioni (Nick Berg, sgozzato nel 2004) e […]
Mondo - 24 luglio 2014

Gaza, l”errore perfetto’ di Israele e la guerra asimmetrica tra bombe e propaganda

Un “bombardamento nazista contro una scuola, rifugio di profughi”, accusano le autorità di Gaza. L’uccisione di donne e bambini è uno dei “crimini di guerra” di cui l’Onu parla da giorni. E l’edificio colpito oggi è gestito proprio dall’Unrwa, agenzia delle Nazioni Unite per i profughi palestinesi. Il segretario generale del Palazzo di Vetro Ban […]
Mondo - 13 luglio 2014

Israele, l’ombra del soldato Shalit sull’invasione di Gaza

israele1 In una Gaza che l’immaginario rende sempre più simile a una Stalingrado mediorientale, dove la popolazione civile cerca riparo lontano dalle incerte linee di fuoco – ma dove la prima linea è frammentata e sparpagliata per tutti i maggiori agglomerati urbani della Striscia – si avvicina sempre più l’ora e il frastuono che i cingolati […]
Mondo - 11 giugno 2014

Italiani in Ucraina: Casa Pound e Brigata Garibaldi sulla nuova Cortina di Ferro

Venite in Ucraina voi che volete combattere per difendere una patria, un’ideologia. Voi che volete lottare a rubabandiera con il nemico d’opposta fazione. Voi che volete menar le mani e salire sulle barricate armi in pugno. Il luna park della violenza nel cuore d’Europa fa ormai il paio con quello nel centro del Medio Oriente, […]
Mondo - 14 maggio 2014

Migranti: Al Qaeda, i signori dei barconi e la ‘bomba umana’ del Sahara

Ripercorrendo a tratti le piste carovaniere che i mercanti arabi di schiavi solcavano nel Sahara secoli fa, i contemporanei mercanti di uomini legati agli estremisti islamici portano ancora uomini attraverso il ‘signore dei deserti’ d’Africa. Nelle terre mitiche delle tribù Tuareg ora dominano i gruppi terroristi affiliati ad Al Qaeda, marchio di fabbrica delle milizie […]
Terza pagina - 18 aprile 2014

García Márquez morto: Sepulveda, Paco Taibo II e l’eredità di Gabo

gabriel garcia marquez Orfani orgogliosi e al contempo riconoscenti, i figli del boom letterario scatenato da Marquez e dagli altri padri fondatori, ne raccolgono l’eredità cercando di non restarne travolti. Uscire dall’immane ombra gettata da Gabo è esercizio difficile: ci riesce con leggerezza e affetto Luis Sepúlveda che ne parla come di un caposcuola “il precursore di un […]
Mondo - 20 febbraio 2014

Ucraina: la carneficina di Maidan, guerra senza ritorno a Kiev

Scontri Kiev La cittadella di Maidan assediata tra i fumi che si innalzano dalle barricate di pneumatici bruciati e colpi di fucile dei cecchini è il segnale visibile che la tensione tra regime e opposizione è ormai esplosa in guerra civile diffusa. La fortezza eretta da novembre dagli oppositori pro-europei al presidente filo-russo Yanukovich è il muro […]
Diritti - 11 febbraio 2014

Ireen Wust: l’oro che illumina la causa gay nelle Putiniadi di Sochi

Il piccolo e agguerrito mondo emerso degli atleti gay di Sochi ha già in carniere un oro; difficile che la pattuglia degli omosessuali&lesbiche dichiarate (sette in tutto) riescano a vincere tanto altro ancora. Ma dopo il successo della pattinatrice oranje Ireen Wust ieri (durante la premiazione alle Olimpiadi del 2010 a Vancouver baciò sulla bocca […]
Diritti - 7 febbraio 2014

Sochi 2014: il Fatto sceglie la mascotte arcobaleno e pacifista

Con la versione in rosa, pro gay e pacifista della mascotte dei Giochi invernali di Sochi, abbiamo voluto aderire al dibattito sui diritti fondamentali che si è aperto per le Olimpiadi invernali e le leggi restrittive della libertà personale. Il logo de il Fatto Quotidiano è stato realizzato da Antonella Tancredi