/ di

Stefano Citati Stefano Citati

Stefano Citati

Giornalista e scrittore

Torino, 24.03.1968; a Subbuteo gioca partite tra paesi Nato e Patto di Varsavia (che non ha mai vinto); inizia a leggere i giornali nel ’78 a Parigi, quando Ruhollah Khomeini si prepara a tornare in Iran; il suo primo 45 giri è: “Another Brick in the Wall”; il primo 33: “Tunnel of Love”. A 14 anni salta 5,40 metri in lungo sul prato di casa e percorre fino a 160 chilometri al giorno in bicicletta (il morbo di Schlatter lo costringe a smettere di sciare, ma svolge la leva militare). Ha lavorato per 15 anni a Repubblica (Esteri – inviato in Africa e Asia tra il 1994 e il 2001 – Ufficio centrale e Cronaca), poi Traveller e Vanity Fair. Ha conosciuto tre geni: Ivan Illich, Emile Cioran e Giorgio Manganelli. Alto 1,80 metri (misurati da solo), peso-(s)forma 75 chili (attualmente 77/78). Parla francese e inglese.

Articoli In Edicola di Stefano Citati

Mondo - 23 Aprile 2019

La memoria di Kiev nella fossa dei 30 mila liquidati dalle SS

La battuta potrebbe essere: “Come se Woody Allen fosse diventato presidente”. Negli attuali tempi farseschi dei comici leader politici, Volodymyr Zelensky sorge dalle pieghe della Storia d’Europa amara e violenta, intrisa anche dello spirito ebraico. La risata beffarda che conquista Kiev esce fuori dalla terra culla dell’hassidismo, il movimento dell’ebraismo ortodosso che nel XVIII secolo […]
Mondo - 16 Marzo 2019

Massacro 2.0: 49 uccisi nel videogame razzista

Il giorno del pregiudizio è stato realizzato quando l’Occidente, posto quasi tutto nel nord del mondo, era assopito. Ma è per l’Occidente bianco cristiano che i “Crociati down under”, giù in fondo a destra del mappamondo, hanno fatto, e rivendicato, strage di musulmani. Come in un videgame “sparatutto” (il primo successo mondiale fu Doom, destino, […]
Mondo - 24 Settembre 2018

Tra le strade del Congo, grande fallimento Onu

Penetrando nel caldo-umido della foresta equatoriale e muovendosi lungo i sentieri fangosi o lavici ai pendii delle montagne e dei vulcani del Congo orientale, da ormai quasi quattro lustri ci si può imbattere nei drappelli dei caschi blu che dovrebbero difendere i congolesi dai loro signori della guerra che devastano i luoghi e le esistenze […]
Società - 4 Agosto 2018

Austria-Ruanda in sei ore e mezza: Niki volava veloce

Niki Lauda sarà costretto a pazientare, cosa nella quale non è bravo. Secondo i medici austriaci il trapianto di polmone è andato bene, ora per il 69enne ex tri-campione di Formula 1 (a cui in passato sono stati trapiantati anche i reni) si tratta di sostenere il decorso, che per un paziente della sua età […]
Mondo - 16 Maggio 2018

“L’Europa si opponga agli Usa o dimostrerà di non esistere”

Scontri? Non c’è stato nessuno scontro. È stato un barbaro eccidio di ragazzi disarmati. Da una parte c’è l’imperdonabile cinismo di Hamas che manda ragazzi al massacro, dall’altra soldati israeliani che prendono di mira anche i bambini e poi festeggiano postando su Facebook i video dei colpi andati a segno. Le notizie da Gaza sono […]
Mondo - 2 Febbraio 2018

“I volenterosi carnefic fai-da-te non attesero gli ordini dei nazisti”

Per non provocare i tedeschi, gli assassini non usavano armi da fuoco, ma oggetti a portata di mano: pali, bastoni chiodati, baionette, accette o seghe per il legname. A Wasosz utilizzano i pesi della stazione ferroviaria per spaccare le teste. La bestialità delle uccisioni deriva dalla natura stessa degli strumenti di omicidio delle tante vittime. […]
Mondo - 20 Agosto 2017

Liberi di non guardare il male, ma è solo nascondersi nella nostra realtà (virtuale)

Solo le persone da poco non giudicano dalle apparenze, proverbiava Wilde. E le apparenze dicono che dietro le esecuzioni mediatiche dell’Isis e gli attentati d’ogni sorta dei suoi adepti più vicini o lontani esiste la realtà di una decapitazione o di un corpo contorto di una vittima morente. I lupi più o meno solitari del […]
Italia - 31 Luglio 2017

Anche questa Coppa Cobram è proprio una cagata pazzesca

“La coppa Cobram è una goliardata pazzesca”. Su e giù per Firenze, pedalando su improbabili ferrivecchi, in quasi centocinquanta sosia ed estimatori del fu ragionier Ugo Fantozzi, rievocano la tragicomica gara ciclistica immortalata da Paolo Villaggio nel 1980: 12 chilometri di pedalate sgraziate, non i 70 del calvario ciclo-cinematografico. Mentre l’originale se la gode in […]
Mondo - 15 Marzo 2017

“Errori e lentezze dell’Europa, ma per la pace bisogna riuscire a dialogare con tutti”

Mario Giro, vice-ministro degli Esteri e responsabile della Cooperazione è a Parigi dove il governo Hollande, sull’esempio dell’Italia, ha appena decretato l’apertura dei corridoi umanitari per i profughi siriani. Nell’intervista rilasciata al Fatto Bashar al-Assad critica l’Europa per la presenza dei jihadisti in Siria e anche per la situazione dei profughi. Critiche, pur provenienti da […]
Cultura - 7 Marzo 2017

La colpa non è degli uomini, ma delle persone

Io lavo culi (culetti, si dice secondo il socialmente corretto) da 7 anni, che moltiplicati per tre (figli piccoli) fa un bel numero. Li laverò anche domani, 8 marzo – certo, non in esclusiva, ci pensano anche mia moglie e la tata – e so che questo “privilegio difficile” non durerà a lungo, perché i […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×