Il Comune di Torino si dissocia dalla gara di rutti. Sembra l’incipit di un libro surreale, ma è notizia delle ultime ore: “Non abbiamo dato nessuna autorizzazione e non abbiamo concesso nulla”, fa sapere il Comune a Repubblica. E anche Chiara Appendino ha voluto dire la sua su questo evento, improvvisando addirittura una gag con Beppe Sala. La gara in questione, chiamata “Burp d’estate”, è stata organizzata dalla pagina Facebook “lignorante” ed è prevista per il prossimo 23 settembre in piazza Castello. Non manca nulla, almeno sulla carta. Ci si ritrova alle 14, ci si iscrive pagando un euro (il ricavato verrà devoluto in beneficenza) e ci si sottopone a una giuria che selezionerà finalisti e vincitore. La pagina Facebook non è nuova a iniziative goliardiche, su questa falsariga: la “giornata contro il risvoltino” sui pantaloni, per esempio, è un’altra trovata lanciata qualche tempo fa.