Chuck Norris è sopravvissuto a due arresti cardiaci in 45 minuti. A riportare la notizia è stato il giornale online statunitense Radar Online. Il fatto, diventato noto solo oggi, è accaduto nella notte tra il 16 e 17 luglio scorsi mentre l’attore si trovava a Las Vegas per i campionati del mondo delle “united fighting arts”, la cui federazione mondiale è fondata dallo stesso Norris. Il protagonista di Walker Texas Ranger, ha scritto il sito che si occupa principalmente di star di Hollywood, è stato “molto vicino alla morte” ma il “suo fisico l’ha sostenuto, nonostante l’età avanzata”. Norris è stato il primo occidentale ad ottenere la cintura nera 8° Dan di taekwondo e 7 volte campione del mondo di Karate Shotokan. 

L’attore era insieme alla moglie, Gena O’Kelley. “Tutto è successo molto velocemente – ha raccontato – Sembrava una scena di un film, ma era tutto vero”. Secondo la ricostruzione di Radar Norris è stato colpito da un primo malore al Tonopah Station Hotel dopo essere rientrato nella suite: è crollato a terra con gravi dolori al torace mentre si stava facendo la doccia. I soccorritori hanno usato il defibrillatore e dopo pochi secondi le condizioni dell’attore si sono stabilizzate. Ma un nuovo infarto ha colpito l’attore appena arrivato all’ospedale. L’intervento dei medici ha consentito una nuova stabilizzazione e il trasporto d’urgenza al Renown Regional Medical Center di Reno, sempre nel Nevada. Qui lo stato di salute del protagonista di Walker Texas Ranger è “progressivamente migliorato”.