Se ne parlava da qualche settimana, ora è arrivata la conferma: sarà Laura Forgia a sostituire Adriana Volpe a I Fatti Vostri, la longeva trasmissione di Michele Guardì condotta da Giancarlo Magalli. L’addio della Volpe, seguito all’ormai noto scontro con il conduttore romano (con tanto di minaccia di querela), aveva lasciato vacante il posto di co-conduttrice di uno dei programmi storici di RaiDue. A confermare l’avvicendamento è stato proprio Michele Guardì in una intervista a Tv Sorrisi e Canzoni: “Laura è la persona adatta: è spiritosa, preparata e in linea con un programma orientato verso il gioco e lo spettacolo. È stata scelta tra dieci persone”.

Una scelta decisamente di rottura, visto che Adriana Volpe aveva alle spalle una carriera televisiva ventennale, mentre la Forgia si affaccia solo adesso alla tv che conta, con un’ascesa che negli ultimi anni l’ha portata da tentatrice a Temptation Island a co-conduttrice di un programma del mezzogiorno di RaiDue. In mezzo, il ruolo di “professoressa” all’Eredità, una partecipazione da concorrente a Pechino Express e la sfortunata avventura di Cultura Moderna con Teo Mammuccari.

Ma Laura Forgia sarà davvero co-conduttrice? A sentire Guardì, pare proprio di no: “Non avrà rubriche, Magalli deciderà quando farla intervenire”. Ecco, dopo la lunga ed estenuante guerra intestina con Adriana Volpe, evidentemente Magalli non vuole rischiare e la scelta di una ragazza meno “ingombrante” potrebbe essere dettata anche da questo.
A “I Fatti Vostri” tornerà anche l’intoccabile Paolo Fox (amatissimo dal pubblico), mentre la parte musicale (dopo l’addio anche di Marcello Cirillo) verrà affidata a Giò Di Tonno.

La Volpe, intanto, si dice felice di cominciare la nuova avventura a Mezzogiorno in Famiglia (sempre made in Guardì, dunque), al fianco di Massimiliano Ossini: “Sono felicissima perché volto pagina e scrivo un nuovo capitolo. Inizia una nuova avventura con un conduttore che stimo tantissimo. Siamo amici da tanti anni ed è una persona perbene, un conduttore bravo, dinamico, generoso”.