Non è la prima volta che Claudio Marchisio affronta temi extracalcistici e stavolta ha scelto di dire la sua su un argomento che è oggetto che oggetto di grande dibattito e che divide l’opinione pubblica, la tragedia dei migranti.  “Viaggi della speranza che finisco in tragedia per molte persone! Ancora corpi senza vita nel #mediterraneo. Come la tragedia di Manchester, avvenuta pochi giorni fa, continuiamo a vedere, sentire e leggere notizie strazianti e storie assurde! Come sta cambiando il mondo? 📸 by @skytg24hd #news”: con queste parole il centrocampista della Juventus e della nazionale italiana ha condiviso il suo pensiero, sia su Facebook che su Instagram, con i suoi tantissimi fan. Che però, almeno in buona parte, non hanno gradito, ribattendo con commenti critici.

“Con il tuo c… di stipendio, – ha scritto uno, definendosi ‘juventino sfegatato’ – potresti far vivere una marea di famiglie italiane…”. Un altro l’ha accusato di “ipocrisia della peggiore e stucchevole“, un altro “Pensa alla Champions che è più importante de sti 4 monnezzari” e ancora “Falla finita…markettaro!!!…non perdi occasione di fare pubblicità ed ora ti vuoi redimere così?… ma chi ti cura l’immagine…zio Paperino?”.

A qualcuno Marchisio ha replicato: “Qui non si parla di denaro, ma di possibilità di vivere, di scappare da guerre, da persone violente. Il mio pensiero andava a difendere la vita delle persone, alla libertà delle persone, non al fatto di avere mancanze materiali o altro. Io non sono nato calciatore, ho vissuto i problemi di milioni di famiglie come te e tutti quanti”.

Sono in molti però ad aver apprezzato le parole del calciatore, esprimendo totale solidarietà: “Complimenti. Da un tifoso Laziale che avrebbe voluto vederti nella sua squadra. e che dopo le tue parole ti stima non più solo come calciatore ma soprattutto come Uomo”, scrive un commentatore. “Grande stima per l’uomo Claudio Marchisio (quella per il calciatore c’era da tempo) e un misto di rabbia e preoccupazione (forse pure un po’ di pena) per l’elenco di commenti fuori luogo, razzisti, complottisti, qualunquisti…un grande potere comporta una grande responsabilità: di persone cosi famose che esprimono la loro opinione su temi dolorosi come questo ce ne vorrebbero!”, rilancia un altro.