La famiglia più importante d’America costa troppo. Lo riporta il Washington Post in un lungo articolo che fa i conti in tasca al presidente Trump, che tra viaggi e protezione personale sta già spendendo un patrimonio. Solo i tre viaggi nel suo resort di lusso a Mar-a-Lago in Florida hanno presentato un conto da 10 milioni di dollari. Per non parlare poi dei servizi di protezione per la First Lady, che si divide tra New York e Washington, e per i quattro figli adulti globetrotter.

Qualche cifra? 100mila dollari per il viaggio in Uruguay del figlio Eric Trump. Viaggio di lavoro e non di piacere, dato che si trovava lì per promuovere affari di famiglia. E i contribuenti già tremano, perché sabato Eric e il fratello Donald Jr. voleranno a Dubai per l’inaugurazione di un nuovo resort Trump. Ci resteranno solo per un weekend, ma i conti preliminari dei servizi segreti già superano i 16mila dollari. Solo per l’albergo, naturalmente. E il 28 febbraio i due fratelli voleranno a Vancouver per l’inaugurazione di un grattacielo Trump.

“È un modo costoso di condurre affari”, ha commentato Tom Fitton, presidente della Judicial Watch, che monitora anche le spese per i viaggi presidenziali. “Il presidente dovrebbe riconoscerlo”. E ha suggerito di rinunciare a Mar-a-Lago per il ritiro presidenziale di Camp David, raggiungibile velocemente con l’elicottero dalla Casa Bianca. “La cosa unica del presidente Trump è che sa quanto costa usare un aereo. Andare a Mar-a-Lago non è gratis”, ha sottolineato.

Non è solo il mezzo di trasporto ad essere costoso. Uno spostamento del presidente o di un membro della sua famiglia comporta grosse spese per quanto riguarda la protezione. Bisogna pagare gli agenti, il loro vitto e alloggio, le attrezzature. A questo si aggiunge il fatto che la famiglia di Trump non vive tutta alla Casa Bianca: gli sforzi si moltiplicano e i costi pure. “Lo stress è enorme”, ha ammesso Jonathan Wackrow, ex impiegato dei servizi segreti.

Oltre al danno, la beffa. Trump infatti intasca soldi pubblici dall’utilizzo delle sue proprietà. I Servizi Segreti hanno mostrato l’intenzione di affittare dello spazio nella Trump Tower, dove un piano può arrivare a costare un milione e mezzo di dollari l’anno in affitto.

I senatori repubblicani avevano criticato Obama per i costi dei suoi viaggi. Eppure oggi fanno orecchie da mercante. “Mettere sullo stesso livello i viaggi dei due presidenti sarebbe fuorviante“, ha detto la segretaria stampa del senatore Barasso, che aveva richiesto una revisione dei costi di Obama. “Obama era andato in Florida per giocare a golf con Tiger Woods, Trump era lì con il Primo Ministro del Giappone”. Ma conclude: “Però ogni livello del governo federale deve prestare attenzione a come spende i soldi dei contribuenti.”