Dopo una semifinale piena di eliminazioni (ben tre), il Grande Fratello Vip si avvia verso la conclusione della settimana prossima e ha quasi del tutto deciso i finalisti di questa prima edizione “celebrity” del padre di tutti i reality. Ad Alessia Macari, già in finale da un paio di puntate, si sono aggiunti lunedì sera Valeria Marini e Stefano Bettarini. Per l’ultimo posto disponibile, invece, si sfideranno, in un televoto aperto tutta la settimana, Laura Freddi e Gabriele Rossi. Fuori a sorpresa, dopo un contestatissimo televoto lampo con Bettarini, il favorito della vigilia Andrea Damante, forte di una fan base numerosa e organizzata, evidentemente impreparata ad affrontare una sfida estemporanea aperta solo per pochi minuti.

Ma andiamo con ordine. La puntata di ieri si era aperta con la conclusione della sfida della settimana scorsa tra Valeria Marini e Mariana Rodriguez, che più volte si sono scontrate nel corso delle settimane. La giovane venezuelana è stata eliminata con il 57% delle preferenze, regalando alla Marini la convinzione sempre più decisa di essere apprezzata dal grande pubblico. Ma l’eliminazione della Rodriguez è stata solo la prima di una sorta di ecatombe di “vip”, necessaria per arrivare alla finale della settimana prossima con 4 concorrenti a contendersi il trionfo.

La sfida successiva, quella tra Elenoire Casalegno e Stefano Bettarini, ha visto prevalere quest’ultimo, quasi a dare il polso della situazione e a prevedere quello che sarebbe successo più tardi nel corso della serata. L’eliminazione della Casalegno è forse dovuta al fatto che la conduttrice nelle ultime settimane si era tolto qualche sassolino dalle scarpe, perdendo gran parte della simpatia che aveva conquistato nel pubblico del programma. Gli ultimi giorni di forse eccessiva e brutale sincerità, hanno rovinato un Grande Fratello che per Elenoire era stato pressoché perfetto, grazie all’immagine di donna solida e saggia, lontana dagli scontri da pollaio tipici di format come questo. Ma nelle ultime settimane, appunto, l’equilibrio si era spezzato, con alcuni sfoghi decisamente poco ragionati (uno dei quali contro Andrea Damante) che probabilmente le sono costati la finale.

Ma lo scontro più importante è quello successivo tra Andrea Damante e Stefano Bettarini. L’ex tronista di Uomini e donne, votato dalla maggioranza dei suoi compagni di avventura come “prescelto”, ha dovuto decidere contro chi andare al televoto per raggiungere la finale. Volendo “proteggere” personaggi sicuramente meno forti come Laura Freddi o Gabriele Rossi, Damante ha dunque indicato nell’amico Bettarini l’avversario da sottoporre al giudizio degli spettatori. Una scelta che ha provocato l’ira dell’ex calciatore e, soprattutto, un lungo teatrino dallo studio, con Ilary Blasi e Alfonso Signorini che per qualche minuto hanno tentato di far cambiare idea al ciuffomunito veronese.

Una sorta di endorsement pubblico a Bettarini che però è stata solo la manifestazione evidente di una tendenza che era piuttosto chiara anche prima e che, evidentemente, ha pagato. Facendo credere che la scelta di Damante fosse incomprensibile o scorretta (e lui ha contribuito spiegandola assai male), i padroni del vapore hanno ottenuto l’effetto voluto: fuori clamorosamente Damante, con Bettarini secondo finalista. Lo volevano in finale, sono riusciti a portarcelo. E in effetti questa edizione del Grande Fratello deve molto alle esternazioni improvvide dell’ex calciatore, che hanno aiutato non poco gli ascolti.

In conclusione di puntata, poi, ecco che i superstiti decidono di portare Valeria Marini in finale (dopo aver dimostrato di reggere solidamente al televoto), mentre l’ultimo posto disponibile se lo giocheranno i concorrenti più “trasparenti” di questa edizione: Laura Freddi e Gabriele Rossi. E un personaggio scialbo arriva sempre alla fine dei reality show, proprio perché non divide, non provoca simpatieantipatie e dunque riesce a passare sottotraccia, beffando anche personaggi teoricamente molto più quotati.

Lunedì prossimo, dunque, il Grande Fratello Vip chiuderà finalmente i battenti. Ci sarà tempo per i bilanci (di ascolti e di qualità) e per capire se questo esperimento “celebrity” del padre di tutti i reality meriterà una conferma in palinsesto nella prossima stagione.