Il derby d’Italia lo ha vinto l’Inter. Che per i nerazzurri è molto più importante dei tre punti conquistati, perché rappresenta una sorta di riabilitazione; che per la Juventus ha una valenza negativa considerevole, perché è una battuta d’arresto. E che riscrive la classifica: perché ora comanda il Napoli del suo nuovo bomber polacco Arkadiusz Milik, autore dell’ennesima doppietta stagionale. Dopo quanto era accaduto alla squadra di Frank De Boer in Europa League nessuno osava immaginare che potesse succedere cosa in realtà è successo, anche se il pareggio senza acuti dei bianconeri contro il Siviglia aveva sollevato legittime perplessità.

A San Siro ha giocato meglio l’Inter e il risultato in fondo rispecchia l’andamento della partita. Successi netti della Lazio, Cagliari e Sassuolo rispettivamente contro Pescara, Atalanta e Genoa. Da segnalare la vittoria in trasferta del Milan, che supera la Sampdoria con il solito gol di Carlos Bacca e il successo di misura della Fiorentina sulla Roma.

FIORENTINA-ROMA 1-0 (83′ Badelj)

UDINESE-CHIEVO 1-2 (25′ Zapata, 82′ Castro, 95′ Cacciatore)

INTER-JUVENTUS 2-1 (66′ Lichtsteiner, 68′ Icardi, 78′ Perisic)

CAGLIARI-ATALANTA 3-0 (8′ Borriello, 55′ Sau, 73′ Borriello)

CROTONE-PALERMO 1-1 (23′ Trotta, 66′ Nestorovski)

TORINO-EMPOLI 0-0

SASSUOLO-GENOA 2-0 (’58 Politano, 66′ Defrel)

NAPOLI-BOLOGNA 3-1 (14′ Callejon, 56′ Verdi, 67′ e 78′ Milik)

LAZIO-PESCARA 3-0 (67′ Milinkovic-Savic, 72′ Radu, 76′ Immobile)

SAMPDORIA-MILAN 0-1 (85′ Bacca)