In occasione dell’ultima puntata trasmessa da Rai2 della quinta serie de ‘L’ispettore Coliandro’, il maldestro investigatore di polizia creato dalla penna di Carlo Lucarelli, la Cineteca di Bologna ha organizzato una proiezione speciale. La fiction, tornata in televisione dopo anni di assenza, è stata da sempre ambientata proprio nella città emiliana. Tra gli ospiti in sala il regista Marco Manetti (dei Manetti Bros), l’attore protagonista Giampaolo Morelli e lo stesso Lucarelli. “Qualche anno fa – ha spiegato ai microfoni de ilfattoquotidiano.it lo scrittore – la vecchia dirigenza Rai decise di tagliare le fiction italiane su Rai Due, e la prima a essere tagliata fu proprio Coliandro. Per anni in molti mi hanno chiesto quando sarebbe tornata in onda e ora che sta andando bene con gli ascolti (ieri un ottimo 10,68 di share ndr) siamo molto contenti. Se la Rai vuole – continua – noi siamo pronti per altre puntate”. Poco prima della proiezione, alla quale erano presenti 200 persone che erano riuscite ad aggiudicarsi i biglietti andati esauriti in pochi minuti, altre 500 persone avevano partecipato a un incontro con il cast in Salaborsa