La sua morte risale allo scorso 3 dicembre. Ma nessuno, eccetto Cicciolina, ne ha parlato. Ilona Staller ha rotto il silenzio sulla scomparsa di Barbarella, pseudonimo di Virna Aloisio Bonino, attrice hard nota negli anni ’90 e che faceva parte della scuderia di Riccardo Schicchi. Una morte ancora avvolta nel mistero, di cui i mezzi di comunicazione non hanno parlato. Sulla sua pagina Wikipedia è riportata la data del decesso. “Negli ultimi anni – si legge – fu afflitta da una malattia che l’avrebbe condotta a una morte prematura: la notizia della sua scomparsa venne tenuta nascosta per più di un mese”.

Cicciolina pubblica sulla sua pagina Facebook un ricordo della donna, che aveva 52 anni. “La palestra luogo di socializzazione e di esercizio fisico ma anche un luogo in cui ritornano nella mente i ricordi con la mia carissima amica Barbarella, scomparsa il 3 dicembre 2015. Ricordo – prosegue – la felicità di rivedersi e sentirsi anche se raramente era sempre tanta, durante le corse insieme, durante il lavoro…forse perché sapevi che ti volevo bene, che per me eri speciale, un legame, un affetto sincero”.

Poi Ilona Staller scrive: “Te ne sei andata in silenzio, così che non ci riesco ancora a credere, penso al tuo sorriso e l’unica cosa che vorrei fare è spettinarti come si fa con i bambini ed abbracciarti e dirti quanto ti voglio bene, i nostri momenti felici, le nostre fotografie insieme, il set della nostra vita che oggi ci illumina nel mondo, ora da lassù mi guardi”. E conclude: “Il tuo affetto e la tua amicizia per sempre nel mio cuore, il tuo sorriso nella mia mente, il tuo ricordo nella mia anima”.

La palestra…luogo di socializzazione e di esercizio fisico ma anche un luogo in cui ritornano nella mente i ricordi…

Pubblicato da Cicciolina Wellness STAR + su Venerdì 22 gennaio 2016

Barbarella si era ritirata dal mondo del porno nel 2003 e l’ultima volta in cui era stata vista in pubblico era stato nel 2012, in occasione del funerale di Riccardo Schicchi. In precedenza aveva partecipato ad Avanzi con Serena Dandini su Rai Tre e aveva avuto una parte in Simpatici & antipatici (1998) di Christian De Sica. La sua è una morte avvolta nel mistero, proprio come quella di Moana Pozzi, scomparsa nel 1994.

In un’intervista, la segretaria di Schicchi, Daniela Attanasio, aveva detto: “(Ho visto Moana) fino a quindici giorni dalla sua morte, che è sopraggiunta in maniera davvero inaspettata. A volte nutro la speranza e anche il sospetto che lei sia ancora viva, che abbia colto al volo il pretesto della malattia per sparire, perché si era stufata del porno e voleva smettere”.

E ancora: “Subito dopo la sua morte è calata una cortina di mistero: non c’è stato un funerale, non c’è una tomba […]. Io ho sofferto tanto per la sua fine, che è irta di misteri. Un mio amico ha trovato dei documenti che attesterebbero un mutuo acceso da Moana personalmente nel 2010. Troppe stranezze in questa storia: si è anche appurato che avesse rapporti con i servizi segreti, magari l’hanno aiutata a scappare e “risorgere” altrove… E poi si sostiene che è stata cremata. Ma in casa dei genitori pare non ci sia nessuna urna. Che fine ha fatto Moana?”.