Legalità, giustizia, rispetto delle regole, ma anche furbizia, corruzione, danno alla comunità. Sulla base di questi temi, migliaia di studenti dialogheranno con l’ex magistrato Gherardo Colombo, chi faccia a faccia, chi invece collegato via streaming da decine di cinema in tutta Italia. L’associazione SulleRegole organizza il 30 ottobre la terza edizione dell’evento che porta il suo nome. Quest’anno, il titolo sarà “Voci del verbo furbare. Io furbo, tu furbi, egli furba…”. Al centro del dibattito, ci saranno i temi della corruzione e della prevaricazione ai danni della collettività. Un argomento quanto mai attuale, dopo la recente inchiesta sugli appalti Anas e l’arresto di Mario Mantovani, vicepresidente di Regione Lombardia.

L’ex pm di Mani Pulite, nel dialogo con gli studenti, sarà affiancato da Elio di Elio e le storie tese, che prende il testimone di Claudio Bisio, presente l’anno scorso. L’evento si svolgerà fisicamente al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano, ma sarà seguito in diretta, in collegamento satellitare, da 110 cinema in tutta Italia. I numeri di quest’anno parlano di 21.500 studenti e 1.500 insegnanti di 330 scuole italiane che seguiranno l’iniziativa. Le due prime edizioni, 2013 e 2014, hanno già coinvolto, in totale, 39mila ragazzi e 2.500 docenti.

Armato di microfono, Colombo si aggirerà tra i ragazzi, lanciando provocazioni sui temi al centro del dibattito, raccogliendo le risposte degli studenti e proponendo le sue riflessioni al proposito. A rendere più vivace la discussione, ci penseranno le incursioni di Elio. Il dialogo sarà attivo anche con i ragazzi collegati dai cinema, che interverranno via social network. Quest’anno i portavoce degli studenti collegati nei cinema saranno gli stessi ragazzi presenti in sala, che si faranno carico di selezionare e sottoporre le domande dei loro compagni a Gherardo Colombo. Il dialogo tra l’ex magistrato e i ragazzi non si fermerà al termine dell’evento, ma potrà continuare anche dopo la conclusione dell’iniziativa, grazie alle piattaforme social messe a disposizione dagli organizzatori.

L’associazione SulleRegole, curatrice dell’evento, è nata nel 2010 prendendo il nome proprio da un libro di Colombo. Il gruppo porta avanti un’azione culturale per diffondere la cultura della legalità, il rispetto delle leggi e della Costituzione, la riflessione sulla necessità di darsi e seguire determinate norme. L’associazione ha promosso la formazione di un gruppo di relatori che permettono lo svolgimento di un numero sempre maggiore di incontri, prevalentemente rivolti agli studenti di ogni ordine e grado.