RUTH & ALEX – L’AMORE CERCA CASA
di Richard Loncraine – Usa 2014, dur. 92 – Con Morgan Freeman, Diane Keaton

Fate finta di vedere Manhattan di Woody Allen con i protagonisti che hanno 30 anni in più e abitano dalla parte opposta dell’East River. La sinfonia dolce e romantica di un ipotetico trasloco per i due settantenni Alex/Freeman – pittore – e l’insegnante in pensione Ruth/Keaton inizia su per quei 5 piani di scale che ad una certa età non si riescono più a fare. Senza dimenticare che quell’appartamento di Brooklyn oggi vale quasi un milione di dollari. Contrattazioni per vendere, contrattazioni (poco convinte) per acquistare un’altra casa, mentre la loro cagnina Dorothy deve essere operata e non si sa se supererà la notte. Ruth & Alex, all’osso, è qui. Se poi ci aggiungiamo che la macchina da presa di Loncraine quasi non si percepisce, e che lo script scorre fluido tra un flashback per esperire le difficoltà razziali di 40 anni prima e le gag per comprendere l’inadeguatezza dei due alle frenesie del mondo di oggi (i quadri di Alex son diventati “roba”), ne esce una piacevole e brillante commedia che rinsalda il bisogno di tenerezza e amore finché, come dice la fatidica formula, “morte non ci separi”. Ricordando che il risveglio di un cane dopo un’operazione può far rinascere l’anima. 4/5