“Le parole con le loro emozioni sono dentro ed è lì che devono stare, oggi lasciamo parlare la musica, la voce di Alex Baroni”. Queste le parole, sintetiche, con cui Giorgia ricorda il cantante romano, tragicamente scomparso tredici anni fa a causa dei traumi riportati per un brutto incidente di moto appena un mese prima. Tra i due, è noto, c’era stata una importante storia d’amore, ricordata poi dalla cantautrice romana in Marzo, una delle sue più belle canzoni, e anche in Per sempre, meno nota ma altrettanto struggente. Una storia iniziata nel 1997 e finita cinque anni dopo, pochi mesi prima che l’incidente stroncasse la vita di Baroni, appena trentacinquenne, in una camera d’ospedale dopo un mese di agonia.

Le parole con le loro emozioni sono dentro ed è lì che devono stare, oggi lasciamo parlare la musica, la voce di Alex Baroni
-13 aprile 2002-

Posted by Giorgia on Lunedì 13 aprile 2015

Una storia talmente importante da impedire alla stessa Giorgia di parlarne, anche a distanza di tanti anni, anche se tra i due, al momento dell’incidente, non c’era più una relazione sentimentale, anche se nel mentre la vita è andata avanti, portando nella vita della cantante romana l’amore e anche la maternità. In molti, all’epoca, si erano entusiasmati per questa coppia così dotata vocalmente, quasi speculari nel timbro, sicuramente simili nel carisma e nell’affrontare la vita con un tocco leggero, quasi a volersi fare carico di un dono di natura e a volerne fare un regalo per gli altri. In molti, al momento della loro separazione, se ne erano dispiaciuti, speranzosi in un ritorno di fiamma, ritorno che si è fermato di colpo con lo schianto mortale. Giorgia ha scelto di non affrontare quasi mai il ricordo diretto di Alex, in pubblico. L’ha fatto con un brano, Marzo appunto, ma anche lì, spesso non se l’è sentita di cantarla dal vivo, troppo carica di ricordi, di sensazioni, di sentimenti. Le cose non vanno mai come credi, cominciava il testo, parole sante.

Oggi, nella ricorrenza dei tredici anni dalla morte di Alex, Giorgia affida ai suoi social, consuetudine ormai radicata nel mondo dello spettacolo, un suo fugace pensiero. Fugace ma non per questo meno carico di sentimento. Il brano che segue al commento è Onde, il brano più famoso di Alex, quello che ci aveva indicato la strada che probabilmente Baroni sarebbe andato a percorrere, non fosse sopraggiunta la morte improvvisa. La figura del cantante lombardo è stata un po’ dimenticata, come spesso capita nel nostro paese, non tanto dai fan, che oggi stanno tappezzando i social di suoi video e sue canzoni, quanto dagli addetti ai lavori. Anche la carriera della stessa Giorgia, seppur ancora baciata dal successo, incontrato in maniera debordante proprio con il brano Marzo e l’uscita, ormai oltre dieci anni fa, di un Greatest Hits tra i più venduti nella storia della nostra musica leggera, è in qualche modo divenuta meno glamour, non fosse un controsenso in termini, come se la nostra cantante più dotata vocalmente avesse deciso di vivere sottovoce. Il tempo è ladro di cose mai dette, e so che indietro mai più si ritorna, continuava Giorgia in Marzo, a volte le canzonette sono tutt’altro che musica leggera.