Il Volo vince il 65esimo festival di Sanremo. Secondo Nek e terza Malika Ayane. Non è mancato l’inconveniente tecnico nel momento della rivelazione della classifica finale: per errore era stato dato per eliminato il cantante di Sassuolo, mentre in realtà era uno dei tre finalisti. Il premio miglior arrangiamento e il premio Lucio Dalla della sala Stampa sono stati assegnati a Nek. Il premio della critica Mia Martini invece è andato a Malika Ayane.

L’ultima serata del festival di Sanremo si è aperta con il Nabucco nella versione rock della Premiata Forneria Marconi insieme alla banda dell’Esercito. Poi gli ospiti speciali: da Ed Sheeran fino a Will Smith. Tra gli spettatori anche alcuni esponenti politici: “Certo che vedrò la finale”, ha commentato il presidente del Consiglio Matteo Renzi al Tg1. In platea anche il sottosegretario Luca Lotti. La prima ospite della serata è stata Gianna Nannini che ha cantato il suo successo “Sei nell’anima”. La cantante ha steccato durante l’esibizione, ma è stata accolta dalla standing ovation del teatro Ariston. “Una donna che è un ciclone di energia”, ha detto il conduttore Carlo Conti. La rocker toscana ha iniziato con ‘L’immensità’, cover del brano scritto da Don Backy e Mogol e portata a Sanremo nel 1967 nella doppia versione di Don Backy e Johnny Dorelli.

Dopo le prime esibizioni è stato il turno del comico Panariello che ha fatto il suo ingresso sul palco interpretando Renato Zero con un abito ad albero dorato ricoperto di cuori e rose rosse e un copricapo con sopra una statuina di un Cupido, in occasione di San Valentino. “In ‘sti tempi di crisi – ha scherzato – la parola d’ordine è semplicità, io sono contrario ai fronzoli”. Poi le battute sulla politica: “Tsipras ha detto: ‘Non paghiamo la troika’. E Berlusconi ha risposto: ‘Scusi, se mi posso permettere, le troike van pagate”. Qualche polemica per il passaggio sull’aspetto fisico delle ministre: “Renzi ha capito che per vincere in politica l’immagine era tutto. Infatti Berlusconi ha vinto perché ha candidato la Carfagna, la Prestigiacomo, la Gelmini. Renzi, furbo, ha candidato la Madia, la Moretti, la Boschi. Ecco perché il governo Monti non ha funzionato, perché si è presentato con lei (indicando una foto dell’ex ministro Anna Maria Cancellieri, ndr)”. E ha concluso: “Conti tranquillo, Renzi ha detto ‘stai sereno’ che il festival lo rifai nel 2016”.

Dopo la vittoria nella sezione Giovani di Giovanni Caccamo è stato il turno dei “campioni”. La votazione è stata effettuata per il 30% dalla giuria di qualità, il 30% dalla demoscopica e il 40% dal televoto. Ogni artista prima di cantare ha ricevuto un videomessaggio di incoraggiamento da un amico celebre: Marco Masini da Leonardo Pieraccioni, Nina Zilli da J-Ax, Chiara da Fiorella Mannoia, i Dear Jack da Kekko dei Modà, Malika Ayane da Caterina Caselli, Nek da Max Biaggi ed Eleonora Pedron, Il Volo da Placido Domingo, Annalisa da Alessandra Amoroso, Alex Britti da Edoardo Bennato, Irene Grandi da Stefano Bollani, Lorenzo Fragola da Fedez, Bianca Atzei da Francesco Renga, Moreno da Flavio Insinna, Gianluca Grignani da Emis Killa, Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi da Rossana Casale, Nesli da Marco Bocci.

Il primo campione è stato Marco Masini con la sua ‘Che giorno è’. Il videomessagio per lui è arrivato da Leonardo Pieraccioni: “Ciao Maso, mi raccomando arriva ultimo così rido per tre giorni e tre notti”. Con un abito da sera nero ricoperto di paillettes e un collier di brillanti, Nina Zilli si è esibita con ‘Sola’. “Tutto il mio amore va per la mia zietta Nina Zilli” è stato l’augurio di J-Ax per la cantante piacentina per “il suo blues”.

Chiara, con indosso un lungo abito bianco di pizzo, è stata la terza campionessa ad esibirsi. Sul palco dell’Ariston ha portato la canzone ‘Straordinario’. Per lei il videomessaggio di Fiorella Mannoia: “Nessuno rimane indifferente a quel palco, nemmeno i grandi. Sono momenti terribili quelli che precedono l’uscita ma sono sicura che quando comincerai a cantare tutto andrà come deve andare”. Stretta in un abito fucsia senza spalline e con gonna a strascico, è arrivata sul palco dell’Ariston Rocio Munoz Morales. Insieme a Carlo Conti, ha presentato i Dear Jack, quarti campioni in finale con il loro brano ‘Il mondo esplode tranne noi’. “Volevo fare il mio in bocca al lupo all’unica band in gara – è stato il saluto nel videomessaggio di Kekko Silvestre, cantante dei Modà, al gruppo lanciato da ‘Amici’ – viva le band”.

Quinta campionessa in gara, Malika Ayane vestita di un abito nero con lunga gonna svasata ha cantato ‘Adesso e qui (Nostalgico presente)’. Per lei è intervenuta Caterina Caselli, presidente della Sugar Music: “Canta quella canzone come fai solo tu. Nessuno ti può giudicare”, ha intonato l’ex Caschetto d’oro prima di fare il suo in bocca al lupo alla cantautrice milanese. Sul palco dell’Ariston con il suo brano ‘Fatti avanti amore’, Nek è stato il sesto campione in gara ad esibirsi. Per Filippo Neviani il messaggio è arrivato dall’ex campione MotoGp Max Biaggi e dalla sua compagna, la showgirl ed attrice Eleonora Pedron. I due si sono scritti in fronte le parole “Forza Nek”. Settimi campioni in gara, Il Volo ha cantato ‘Grande Amore’. Al trio di giovani tenori ha fatto gli auguri il tenore e direttore d’orchestra spagnolo Placido Domingo, con cui hanno duettato nel 2012, nel brano ‘Il canto’.

Poi è stato il turno di Annalisa, in un maxivestito nero e rosso, che ha cantato ‘Una finestra tra le stelle’. Per lei gli auguri della collega ed amica Alessandra Amoroso. Il nono campione in gara: Alex Britti con ‘Un attimo importante’. Per lui Edoardo Bennato: “Ciao Alex, in bocca al lupo”. Irene Grandi invece, con un abito nero dalla linea ad A con effetto vedo-non vedo, ha cantato ‘Un vento senza nome’. Per la cantautrice toscana il videomessaggio è arrivato da Stefano Bollani, che scherzosamente ha registrato il messaggio nascosto dietro una mela.

La dodicesima canzone in gara è stata ‘Il solo al mondo’ di Bianca Atzei, ancora una volta con indosso una gonna completamente trasparente. Per lei, in campo Francesco Renga: “Eccomi qui, Bianca. Ti faccio tanti, tantissimi in bocca al lupo per il tuo Sanremo. Io ti guarderò da casa. Tieni alta la bandiera della nostra Sardegna”. Lorenzo Fragola in completo elegante e papillon, ha cantato ‘Siamo uguali’. Lo ha introdotto Fedez: “Lorenzo, come vedi mi sono vestito elegante per l’occasione – ha esordito il rapper e produttore in canottiera, pantaloncini e calzettoni verdi – Spacca tutto ma soprattutto divertiti”. Fedez, oltre ad essere stato il ‘coach’del cantautore catanese nell’ultima edizione di X Factor, è anche il coautore del brano in gara al festival.