Successo di ascolti per il Festival di Sanremo, la seconda serata ha avuto uno share del 41,67% con 10 milioni 91 mila telespettatori.
La gara è iniziata con i quattro giovani e con la loro sfida diretta; indimenticabile la performance dei Kutso passati alla semifinale saltellando sul palco e con uno degli elementi rivestito completamente dai fiori. A sfidarli un timido Kaligola, il più giovane in gara quest’anno con i suoi 17 anni, eliminato al primo turno. La seconda sfila è tra Enrico Nigiotti che vince su Chanty che con la sua gonna a palloncino non risalta la sua fisicità.

Arisa è la prima valletta a calcare il palco rimane fedele allo stilista Daniele Carlotta, mentre Emma sfoggia un abito corto di pizzo di Dolce&Gabbana. Fisico da sirena per Rocio Morales che ha scelto per i suoi outfits Roberto Cavalli. Tra le cantanti in gara Nina Zilli in oro vestita ha portato all’Ariston l’estro di Vivienne Westwood mentre la tanto attesa Anna Tantangelo ha scelto di andare sul sicuro scegliendo un black&white di Francesco Paolo Salerno vincendo la gara di stile ma andando a rischio eliminazione con il suo brano “Libera.”

Irene Grandi ha affidato il suo look a un brand emergente che più che per il palco di Sanremo sarebbe stato adatto per DonnaAvventura. Gambe in vista per Bianca Atzei, unica sarda in gara, che affida la sua immagine allo stilista conterraneo Antonio Marras che come primo look le affida un top floreale arricchito da una gonna lunga trasparente arricchita da disegni geometrici anche se a primo acchito sembra cantare in mutande. A stupire il look de Il Volo che a differenza delle altre esibizioni in cui ci hanno abituato al massimo della formalità si presentano con il chiodo in pelle scatenando le loro ugole che fanno impazzire l’Ariston con tanto di standing ovation.

Primo superospite della serata Biagio Antonacci in completo scuro e scarpe verniciate rigorosamente senza calzini delizia le fan in delirio che dalla platea urlano e si scatenano sulle note di “Sognami“.  Ad incantare tutti la bellezza di Charlize Theron: long dress impreziosito da bordature dorate ma niente, nell’immaginario collettivo Charlize è sempre colei che si alza dal tavolino del bar mentre il suo vestito corto si scuce lasciando come protagonista della scena il suo lato B che a distanza di anni nessuno sembra aver dimenticato. “Non importa da dove vieni o come ti mostri, conta chi sei e io sono questo” dichiara la tanto attesa Conchita Wurst, la drag queen austriaca con la barba che ha vinto l’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest. Anche per lei vestito lungo super scollato con corpetto azzurro e gonna blu che lascia in vista un grande tatuaggio sulla schiena dedicato alla madre Helga. Con la sua “Heroes” incanta l’Ariston e risulta essere tra le più aggraziate nelle movenze; tra i prossimi impegni dell’artista ci sarà la conduzione dell’ Eurovision Song Contest 2015 in programma dal 19 al 23 maggio.

LE PAGELLE
Kutso 7
Chanty 5
Kaligola 6
Enrico Nigiotti 6
Nina Zilli 7
Irene grandi 4
Bianca Atzei 8
Emma 8
Rocho 8
Arisa 6 e mezzo
Anna Tatangelo 9
Conchita 7
Biagio 9
Il Volo 7
Biggio Mandelli N.c.