Sigmund Freud

La psicoanalisi non è una scienza.
Se non sei capace di risolvere i tuoi problemi, come può riuscirci un altro?
In fondo sono chiacchiere, male non ti può fare.
Se vai in analisi diventi dipendente dall’analista.
È un programma di adattamento al sistema capitalista.
È un programma che destruttura e demolisce le difese.
Gli psicoanalisti sono ciarlatani.
Gli analisti sono dei guardoni.
Gli analisti pensano solo al sesso.
La psicoanalisi è una moda, come il pilates e l’aiauasca.
Non è vero che da piccolo volevo andare a letto con la mamma e uccidere il papà.
Non è vero che da piccola volevo andare a letto col papà e uccidere la mamma.
L’analisi ti crea anche i problemi che non hai.
La nevrosi è un’invenzione degli analisti.
Se sei isterico è meglio una doccia fredda.
I sogni dipendono dalla digestione.
Allora è meglio andare in India.
Allora è meglio il tavor, funziona e costa meno.
La psicoanalisi è un business che specula sulla sofferenza della gente.
La psicoanalisi è contro la morale religiosa.
La psicoanalisi è la confessione religiosa del nostro tempo.
La depressione si cura con i farmaci perché è una malattia come la gastrite, tale quale.
E se in analisi invece di trovare te stesso trovi un altro?
Per un analista anche una biro è un simbolo fallico.
Mentre parli sdraiato sul lettino lei fa le parole crociate.
Mentre parli sdraiato sul lettino lui dorme.

Il Fatto Quotidiano, Lunedì 10 novembre 2014