/ di

Marina Valcarenghi Marina Valcarenghi

Marina Valcarenghi

Psicoanalista

Sono una psicoanalista e considero il lavoro analitico indissolubilmente intrecciato al tessuto sociale. Ho aperto trent’anni fa una scuola di psicoterapia nella quale sono tuttora docente e nel 2009 ho creato un’associazione per lo studio e la psicoterapia della violenza. A partire dal 1994, per prima volta in Italia, ho introdotto in carcere la cura psicoanalitica (ovviamente come libera scelta) rivolta a uomini detenuti in reparti di isolamento, prima a Opera e attualmente a Bollate, costruendo poco per volta un mio metodo di lavoro, che ha fra l’altro azzerato la recidiva fra i miei pazienti, sia in carcere che fuori. Sono indifferente all’ortodossia, mi interessa sperimentare e portare la psicoanalisi anche fuori dagli studi professionali.

Blog di Marina Valcarenghi

Il Fatto del Lunedì - 9 Marzo 2015

Cosa muore nel tradimento

“Mia moglie ha chiesto la separazione; dice di non potersi più fidare di me, perché ho tradito la sua fiducia. Non era l’altra il problema, era il senso di solitudine che aveva provato”. Così ci disse un paziente nel gruppo di analisi che tengo in carcere con uomini condannati per reati sessuali. Nonostante gli approcci con una minore consenziente, che gli sta costando un po’ di anni di carcere, […]
Il Fatto del Lunedì - 24 Febbraio 2015

Stermini un po’ dimenticati

Nei campi di sterminio non c’erano solo gli ebrei. Certo niente può essere paragonabile al peso e al senso della persecuzione ebraica, ma perché dimenticare gli altri? Nei campi di sterminio c’erano gli omosessuali, i Sinti, i Rom, i testimoni di Geova e anche i prigionieri politici che non fanno più parte della memoria collettiva. I gay portavano sulla divisa un triangolino di tessuto rosa e le lesbiche un triangolino […]
Il Fatto del Lunedì - 10 Febbraio 2015

I danni del giornalismo emotivo

Leggendo la stampa in questo periodo – dopo navi incendiate, tagliatori di teste, infanticidi, disastri aerei e Charlie Hebdo – mi è ritornato in mente quanto scriveva Noam Chomsky sulla comunicazione emotiva. Ed ecco che un collega per caso mi manda un link con il famoso decalogo di Chomsky sui sistemi mediatici di manipolazione delle coscienze. Una delle dieci leggi è appunto la comunicazione emotiva: col pretesto di informare, si indugia […]
Il Fatto del Lunedì - 28 Gennaio 2015

Bellezza, salvati da un raggio di sole

“Ho guardato il sole sul fiume e mi sono sentita piena di gioia e più forte”, mi ha detto una mia paziente. Contemplare o creare la bellezza fa bene perché consola e restituisce energia, anche morale. Lo sapeva quel prigioniero di Mauthausen che, finché ne fu in grado, la sera nella baracca recitava poesie. Forse pensava che se un essere umano può diventare un nazista o un […]
Il Fatto del Lunedì - 22 Gennaio 2015

Corsa al Quirinale, il nostro bene non è comune

Uno dei motivi per cui siamo ridotti così nel nostro paese è perché non riusciamo a prendere sul serio il bene comune. Questo scellerato egoismo, per cui si rimane concentrati sul proprio personale interesse, ha diverse ragioni: il succedersi delle dominazioni straniere, la separazione in tanti Stati diversi, il ritardo nella costruzione di uno Stato nazionale e l’assenza di una tradizione democratica hanno ostacolato lo sviluppo di un’idea di popolo. Ci […]
Il Fatto del Lunedì - 16 Gennaio 2015

Quel male chiamato fanatismo

Il fanatismo è una patologia psichica ed esiste da sempre, ma ci sono tempi, situazioni e paesi che sembrano favorirlo, offrendogli spazio e incoraggiamento; allora il fanatismo, che sia religioso, politico o sportivo, può diventare una malattia sociale che porta con sé angoscia, terrore e perversione. Ho constatato come questo fenomeno derivi da gravi frustrazioni, personali e/o sociali, che, non riuscendo a essere superate, possono trasformarsi in esigenza di rivalsa a […]
Il Fatto del Lunedì - 5 Gennaio 2015

Malinconia, non è una malattia

Alcuni pensano che la malinconia sia un disagio, un problema, comunque una molestia. A me invece sembra un sentimento collegato alla coscienza della condizione umana. Ci sono momenti così, come se calasse una leggera nebbiolina e piovesse piano per un po’. Niente temporale, niente alluvione, nessuna tragedia, solo un momento che ha il suo motivo di essere, come la pioggia, e lava la nostra anima aiutandoci a trovare l’energia per andare avanti. Succede […]
Il Fatto del Lunedì - 8 Dicembre 2014

L’allegria e la sindrome della fragola

L’allegria è una desaparecida? Credo di no, ma constato uno strano e diffuso pudore nel manifestare questo stato d’animo; è più frequente passare da esaltazioni più o meno fasulle a cadute depressive. E invece l’allegria è importante ancora di più nei periodi difficili o dolorosi perché una luce è più utile quando fa buio. Non c’entra con la serenità, con l’ottimismo e nemmeno con la spensieratezza, è un modo per […]
Il Fatto del Lunedì - 27 Novembre 2014

La psicoanalisi secondo la gente

La psicoanalisi non è una scienza. Se non sei capace di risolvere i tuoi problemi, come può riuscirci un altro? In fondo sono chiacchiere, male non ti può fare. Se vai in analisi diventi dipendente dall’analista. È un programma di adattamento al sistema capitalista. È un programma che destruttura e demolisce le difese. Gli psicoanalisti sono ciarlatani. Gli analisti […]
Il Fatto del Lunedì - 8 Novembre 2014

Il cambiamento e l’arte di saper andare via

Sapere quando è il momento giusto per andare via è un’arte che si apprende con il tempo, ma che richiede anche un certo talento naturale: andare via da un lavoro, da un’amicizia, da una città, da una casa, da un’appartenenza politica, da un amore. Le cose cambiano e noi con loro, così succede che anche […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×