Anche Mediobanca finisce nel carniere della banca centrale della Repubblica Popolare Cinese. Il 14 ottobre scorso la Peoplès Bank of China ha infatti rilevato il 2,001% dell’istituto di Piazzetta Cuccia. E’ quanto emerge negli aggiornamenti Consob sulle partecipazioni rilevanti.

L’acquisto segue mesi di shopping cinese sfrenato in Italia: l’istituto centrale di Pechino, infatto ha di recente ha acquistato quote anche nel capitale di Fiat, Telecom Italia, Generali e Prysmian. Prima ancora era toccato ai gruppi pubblici dell’energia Eni ed Enel. Per un investimento complessivo vicino a 6 miliardi di euro. Senza contare la partecipazione rilevante in Cdp Reti, la società che controlla le reti elettriche e gas nazionali via Terna e Snam acquisita tramite la controllata State Grid.