“Cartoni… Ci cascano sempre”. Chi non ricorda Eddie Valiant il detective depresso impegnato a risolvere l’omicidio Marvin Acme a Cartoonia in Chi ha incastrato Roger Rabbit? Oggi però il mondo del cinema piange la morte del suo interprete Bob Hoskins. L’attore britannitico aveva 71 anni e se ne è andato per una polmonite. Nato il 26 ottobre 1942 nella cittadina del Suffolk Bury St. Edmunds era un caratterista apprezzatissimo, ma attore capace di passare da ruoli drammatici ai panni del gangster fino passando per toni della commedia. Era stato candidato agli Oscar nel 1987 come migliore attore protagonista in Mona Lisa di Neil Jordan.

Il ruolo che però tutti ricordano è stato quello dell’investigatore triste per la morte del fratello ucciso da un cartone animato dagli occhi rossi in quel mondo fantastico dove umani e disegni animati vivevano insieme. Il flim diretto da Robert Zemeckis nel 1988 fu un successo planetario per l’originalità della tecnica e per la storia dell’imbranato coniglio amato da Jessica Rabbit.

Tra gli altri film interpretati da Hosklins ci sono Brazil del 1985, Hook – Capitan Uncino del 1991, Cotton Club del 1984 e Il giorno del venerdì santo del 1980. L’attore si era ritirato dalle scene nel 2012, dopo che gli fu diagnosticato il morbo di Parkinson. Ieri la morte in ospedale annunciata per la famiglia – la moglie Linda e i figli Alex, Sarah, Rosa e Jack – dall’agente. Attivo nella sua quarantennale carriera anche sul versante televisivo, Hoskins ha preso parte ad alcune fiction italiane di grande successo come Il Papa buono diretta da Ricky Tognazzi per Canale 5, dove interpretava la figura di Papa Giovanni XXIII, Io e il Duce, nel quale vestiva i panni di Benito Mussolini, e Pinocchio di Alberto Sironi nel quale ricopriva il ruolo di Geppetto. La sua ultima apparizione sugli schermi risale al 2012 nel film Biancaneve e il cacciatore, dove interpreta Muir, uno dei sette nani.