Una nuova investigazione sotto copertura dell’organizzazione canadese Mercy For Animals (Mfa), girata in otto settimane da dicembre 2013 sino a febbraio 2014 in uno dei più grandi allevamenti di tacchini al mondo situato a Bright, Ontario, denuncia i maltrattamenti orribili e sistematici dei dipendenti verso gli animali.

Le immagini del video sono di una crudeltà inaudita e ingiustificata. I lavoratori lanciano gli animali, li prendono a calci, li colpiscono con aste in metallo e pale, li trascinano prendendoli per le ali o il collo. Gli animali feriti non ricevono le cure veterinarie dovute e vengono lasciati morire con le ferite aperte, piene di pus.

Quando vediamo un tacchino libero in natura lo ammiriamo per la sua eleganza, per la sua agilità. Libero nel suo habitat, è in grado di volare. Gli animali allevati negli allevamenti intensivi sono stati selezionati affinché crescano velocemente; per questa ragione la maggior parte di loro presentano deformità invalidanti, lesioni articolari all’anca, alle zampe e possono essere colpiti da attacchi cardiaci fatali. Gli uccelli diventano talmente grandi in pochissimo tempo che si paralizzano a causa dell’eccessivo peso e non sono neanche in grado di riprodursi naturalmente; gli addetti prelevano il loro sperma e la riproduzione avviene attraverso l’inseminazione artificiale.  

I tacchini sono animali sociali, curiosi e gentili. Diversi comportamentalisti animali, veterinari, etologi e scienziati sostengono che il tacchino sia un animale sensibile e intelligente, dotato di una personalità unica, ogni tacchino è diverso da tutti gli altri simili, ha un proprio carattere, così come i nostri amici cani e gatti che noi tutti conosciamo e amiamo.

A causa della detenzione non etologicamente corretta per la specie e a causa dei maltrattamenti subiti negli allevamenti, i tacchini così come tutti gli animali senzienti dotati di un ampia gamma di sentimenti, soffrono, provano dolore, paura e stress, dichiara il Dott. Ian Ducam, Professore presso l’Università di Guelph e massimo esperto di benessere di animali da allevamento in Canada. Il Dott. Ducam, dopo aver visionato il video, ha dichiarato: “Il trattamento riservato ai tacchini in questa investigazione è crudeltà gratuita. La breve vita dei tacchini negli allevamenti intensivi è piena di sofferenza prolungata e di violenza. Le pratiche di eutanasia praticate ai tacchini sono disumane poiché gli animali non perdono coscienza immediatamente”.

Il video rappresenta la quotidianità riservata a milioni di animali allevati. Possiamo rimanere indifferenti a tutto ciò che abbiamo visto nel video, ma se così non fosse, se il video avesse toccato le nostre corde, potremmo allora scegliere una dieta vegana, la più potente e importante azione per prevenire la crudeltà verso gli animali etichettati dall’uomo come animali da allevamento.