La coerenza si paga, e forse Cisco Bellotti l’ha pagata, con una fama innegabile ma via via un po’ decrescente. Ma la coerenza (a volte) paga, e anche questo Cisco lo sa. Lineare nel suo percorso di rivoluzionario allegramente ortodosso, Cisco – ex voce e co fondatore dei Modena City Ramblers – ha attraversato vent’anni di carriera senza mai perdersi. E il suo pubblico c’è ancora.

Le ricorrenze, in musica, si festeggiano spesso con dei live. Qualche anno fa era uscito il volume uno, da metà aprile sarà ordinabile Dal Vivo Volume Due (attraverso il sito www.ciscovox.it e su tutte le piattaforme digitali download, oltre a essere venduto durante i concerti).

Doppio cd, 19 canzoni, 90 minuti di musica. Due inediti (uno, La rivoluzione, pubblicato nel sito di Cisco il giorno dopo le ultime elezioni) e molti ospiti. Da Francesco Magnelli a Ginevra Di Marco, dalle Mondine di Novi alla Bandabardò.

Fino a Massimo Bubola, autore di Il cielo d’Irlanda di cui Il Fatto Quotidiano propone in esclusiva come download gratuito per tutta la settimana.

Bellotti ha fondato da poco la Cisco Produzioni. Se il mercato discografico è in crisi, tanto vale prodursi da soli. E produrre ciò che (ci) piace. Il repertorio del doppio live spazia tra brani della produzione solista e il periodo coi Ramblers (Un Giorno di pioggia, Quarant’anni, Una Perfecta Excusa). Giusto un anno fa Cisco ha inciso Fuori i secondi, lavoro meritorio che ne palesa i punti cardinali testuali e musicali. Il rimando ad Augusto Daolio, in particolare, è sempre più dichiarato ed evidente.

Dal Vivo Volume Due suona come una festa riuscita, come un ritrovo tra sopravvissuti alla disillusione imperante. Suona bene. Il terremoto, che ha minato la sua Carpi, non ha scalfito il sorriso: Cisco resta quello dei Novanta, speranzoso nonostante tutto, ostinatamente utopico, qua e là a rischio retorica. Ma sincero, sempre. E limpido, piaccia o non piaccia. Nello specifico, piace.

 

SCARICA “IL CIELO D’IRLANDA” DAL VIVO