“In queste pagine è raccontata la storia, non solo politica, di Roberto Formigoni, detto il Celeste, che la politica l’ha cominciata a fare più o meno nel Sessantotto (un Sessantotto su misura per Cl), ha poi attraversato la Prima e la Seconda repubblica, per affondare alle soglie della Terza”. Inizia così, l’ultimo lavoro di Gianni Barbacetto, giornalista del Fatto Quotidiano e autore di molte inchieste e libri di successo, tra cui Le mani sulla città (Chiarelettere, con Davide Milosa), Il grande vecchio (Bur Rizzoli), Mani pulite e mani sporche (Chiarelettere, con Peter Gomez e Marco Travaglio).

Come facilmente intuibile dal titolo – Il Celeste – il libro è dedicato interamente al governatore della Lombardia, un uomo capace di restare a capo della più importante regione italiana per quasi vent’anni. Il volume indaga il sistema politico e affaristico costruito in tanti anni da Formigoni, che sembra reggere a qualsiasi attacco anche grazie alla protezione dei cattolici di Comunione e Liberazione. Al centro di tutto la sanità che favorisce un enorme giro di denaro e che premia il profitto rispetto alla salute utilizzando qualsiasi mezzo, dalle cartelle contraffatte ai fondi neri.

La presentazione del volume, pubblicato da Chiarelettere, si terrà mercoledì 5 dicembre alle ore 18 alla libreria Feltrinelli di piazza Duomo a Milano, con la partecipazione di Gad Lerner. Coordina Natascha Lusenti.