I bilanci dell’Ente Nazionale Sordi (Ens) hanno un buco di 12,5 milioni di euro“. L’allarme arriva da Marco Lodi Rizzini, portavoce dell’Associazione sordi Provolo che ai microfoni de ilfattoquotidiano.it dice: “L’entità del disavanzo ci è stato dichiarato per lettera dal presidente dell’Ens, Giuseppe Petrucci. Si tratta di un’istituzione storica che esiste da più di settant’anni, ma che  – prosegue Lodi Rizzini – non è più rappresentativa delle persone sorde. Molti si sono staccati e hanno fondato delle associazioni autonome. Ma l’ente continua comunque a ricevere 516 mila euro l’anno come contributo dallo Stato“. Mentre il presidente dell’Ens si accredita quasi 10mila euro netti al mese sul suo conto personale. La richiesta ai responsabili dell’Ente è chiara: “Chiediamo chiarezza su chi e com’è stato creato questo buco, conclude Lodi Rizzini  di Manolo Lanaro