Forse un giorno finalmente ce ne accorgeremo davvero. Chi viene derubato e chi ruba denaro pubblico a tutti noi. La corruzione non è soltanto una questione giudiziaria, non ha come unico effetto il frusciare di banconote che passano di mano in mano.

No, quello è soltanto il primo anello. In Italia la corruzione costa ogni anno almeno 150 miliardi di denaro pubblico. Pensate alle manovre che ci vengono richieste dal Governo Monti, ai tagli che rendono dura, davvero dura, la vita alle persone più indifese. Ecco, tutti quei tagli non sarebbero necessari se non ci fosse la corruzione: nessun taglio alle pensioni, tanto per dire.

Vi sembra un discorso abbastanza concreto? No? Allora proviamo così: i nostri figli vanno a scuola, in edifici spesso non sicuri, in aule dove mancano le più elementari attrezzature didattiche. I maestri non hanno più denaro nemmeno per le esigenze più elementari: mancano gessi, fogli, carta igienica, sapone. I bambini che hanno bisogno di insegnanti di sostegno spesso non li trovano e rischiano emarginazione e disagio. Se la corruzione non si mangiasse 150 miliardi l’anno i nostri figli potrebbero studiare in sicurezza, con maggiore slancio e ricevendo un’educazione di qualità con insegnanti motivati, aggiornati e retribuiti dignitosamente. Non è così.

Vi convince questo discorso? No? Forse voi mandate i figli a scuola in istituti privati. Allora pensate a questo esempio che riguarda tutti, proprio tutti: un vostro caro, una persona cui volete più bene che a voi stessi è ricoverata in rianimazione e vi dicono che l’apparecchio necessario per curarla non c’è. Non è stato possibile comprarlo semplicemente perché mancano i soldi. Una porzione infinitesimale di quel denaro che ogni anno se ne va in corruzione. Chissà, forse la direzione sanitaria corrotta ha preferito acquistare altre macchine, magari inutili, da case produttrici amiche e dispensatrici di ricche stecche. Forse il primario incapace, ma con tessera di partito, neanche sa come usare l’apparecchio che salverebbe il vostro caro.

Allora forse vi accorgerete cosa voglia davvero dire rubare soldi allo Stato. Capirete che cosa significhi concretamente quella parola che credevate relegata nei codici: corruzione.

La corruzione, sia pure indirettamente, uccide.