Berlusconi è caduto. E allora? E allora niente, direi che la realtà non perde spunti satirici, anzi ne acquista di nuovi e il satiro può allargare i suoi orizzonti e – diciamolo – respirare. Per dire, la satira si ciba di politica e se il cibo è stantio, malaticcio, grigio e monotono, la satira magari non se la passa granché. L’estate scorsa, a proposito della fine del berlusconismo e della satira di fine impero, Pietrangelo Buttafuoco per Il Foglio ha intervistato me e Michele Serra (che incauto accostamento) chiedendoci se per noi, data la situazione politica drammatica, ci fosse ancora da ridere: Serra rispose di no, io risposi assolutamente sì.

Adesso, una volta riposta (riposta ma non sepolta) la matita che per anni è servita a disegnare l’imprenditore brianzolo, la penso allo stesso meodo e direi che non si smette di ridere. Ci si dedica a Monti, cercando innanzitutto di cogliere graficamente il personaggio. Naturalmente, per prendere quella confidenza che si ha con personaggi con i quali si è lavorato per anni ci vuole un po’, però è una scoperta piacevole: espressioni, tic, frasi ricorrenti, visioni e soprattutto la corte dei miracoli che ciascun potente si porta dietro.

E Berlusconi? Che fine ha fatto l’uomo dal sole in tasca? A questo proposito, io l’ho disegnato in fuga per Hammamet, rivisitando la copertina di Nevermind dei Nirvana: il disegno è la cover de Il Mucchio Selvaggio di dicembre, rivista di musica cultura e varia umanità che ha dedicato l’ultimo numero alle dimissioni del biscione: il servizio di copertina della rivista è un mio fumetto di quattro pagine in cui immagino cosa succede in questo Stato di Grazia e Beatitudine (Nirvana, appunto) che sembra essere diventato l’Italia post-berlusconiana. Insomma, se vi state chiedendo che fine farà l’Italia, Travaglio, il Mc Donald, la Standa, i Giudici, la Sardegna, Santoro e l’umile personaggio che vi sta scrivendo, eccovi in calce il link per leggere il fumetto in questione. Si intitola: ‘Il sogno – quando B Sparì (dramma in quattro tavole ambientato in un ristorante Mc Donald)’.

Se poi siete, come me, feticisti della carta allora andate in edicola e troverete la rivista con tanto di copertina Nirvana e fumettino.
Qui il link per leggere il pdf del fumetto

Questo invece è il link per scaricare ad alta risoluzione il disegno di copertine Berlusca/NIRVANA.