/ / di

Marco Palombi

Articoli Premium di Marco Palombi

Commenti - 23 novembre 2017

La consulente di Padoan e il gatto liberista di Schrödinger

Ieri il Corsera non ci ha solo dato una notizia (e giornalisticamente “un buco”), ma ha illuminato un mondo. Ci si riferisce al fatto che una consigliera di diversi ministri del Tesoro, compreso Pier Carlo Padoan, sia accusata dai pm di Milano di essere stata pagata dalla multinazionale delle consulenze Ernst & Young (per cui […]
Commenti - 22 novembre 2017

Il pallottoliere di Arturo Parisi e l’aritmetica post-ulivista

Come si sa c’è fermento nell’area del cosiddetto centrosinistra: gli ex Pd andranno insieme al Pd oppure no alle Politiche del 2018? Bersani farà pace con Renzi come chiedono Veltroni e pure Prodi? Roba appassionante e complessa e, come sempre quando ricorrono questi due aggettivi, uno degli analisti più ascoltati è Arturo Parisi, che fu […]
Politica - 17 novembre 2017

L’equo compenso è un regalo a banche e grandi imprese

Dice Andrea Orlando: “Il riconoscimento dell’equo compenso per il loro lavoro è un impegno che ho preso con tutti i professionisti italiani per sradicare quello che io definisco come un vero e proprio caporalato intellettuale”. Le nuove disposizioni di cui parla il Guardasigilli sono state approvate ieri dal Senato nel cosiddetto “decreto fiscale” e, nelle […]
Commenti - 16 novembre 2017

Paolo Gentiloni o della relativa allegria dei naufragi

Sembra impossibile, eppure gli indizi dicono che l’imponderabile è accaduto: Paolo Gentiloni ci crede o, come si direbbe a Roma, se la sente calla circa la sua permanenza a Palazzo Chigi o, comunque, un futuro politico meno gramo di quello che vita e natura avevano scelto per lui. Ora, l’uomo che guida un bus diretto […]
Commenti - 15 novembre 2017

E l’orchestrina suona la crescita: la nave non può affondare, no?

Ma che bella musica! E l’orchestra? Come suona bene e con che compostezza nonostante il ponte, va detto, beccheggi e scricchioli assai più di un po’ su questa nave che non può affondare. E la canzone va avanti e ora stanno suonando quella della crescita che è tanto superiore alle attese, che balza, che salta, […]
Commenti - 12 novembre 2017

Pierferdy Casini o “i conversari” di un eroe della democrazia

È preoccupato Pier Ferdinando Casini. Preoccupatissimo. Ce lo assicurava ieri il Corriere della Sera in prima pagina col rilievo che merita l’ex leader dell’Udc un tempo caro a Francesco Gaetano Caltagirone (oggi meno). E di che si preoccupa? Del “gioco allo sfascio” a cui può condurre la commissione d’inchiesta sulle banche. Ma il presidente è […]
Commenti - 9 novembre 2017

Quando il pizzino è democratico: Obama, Renzi e l’esempio greco

C’è una frase che Matteo Renzi ci ha regalato ieri in tv che è tutto un mondo: “Nel 2014, quando sono arrivato a Palazzo Chigi, Obama in una telefonata m’ha detto ‘farete la fine della Grecia se non cambiate’. Questa era la situazione”. Il segretario del Pd, ovviamente, non si stupisce: fare la fine della […]
Commenti - 8 novembre 2017

Le sofferenze sulle sofferenze di Pier Carlo er Pantera

Ormai siamo ai classici. Siamo al Gustavo Cacini, artista romano passato in proverbio, che concludeva le sue performance da bullo con la battuta: “Sì, l’ho prese, ma quante glien’ho dette”. Siamo al Peppe er Pantera di Vittorio Gassman di Audace colpo dei soliti ignoti: “M’hanno rimasto solo quei quattro cornuti…”. Ci si riferisce a quella […]
Politica - 8 novembre 2017

Il voto “impresentabile” vale 170mila preferenze

Breve verifica delle affermazioni fatte dai politici sulle Regionali siciliane. Quanto valgono gli impresentabili? Come sono andati i vari partiti? Il M5S può sorridere o no? Davvero ha vinto Berlusconi? Ecco una guida minima ai risultati. Impresentabili. “Io su alcuni casi sarei stato più severo nelle candidature, ma alla fine gli impresentabili sono stati irrilevanti […]
Politica - 7 novembre 2017

In Sicilia vince Musumeci. M5S non attrae gli astenuti

Alla fine, come previsto da sondaggi ed exit poll, le Regionali in Sicilia le ha vinte Nello Musumeci, candidato del centrodestra. E lo ha fatto ottenendo circa 870 mila voti, il 40% del totale, un po’ di più di quelli che nel 2012 si spartì lui stesso (521 mila) con l’altro candidato proveniente dal centrodestra, […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×