/ di

Marco Palombi

Articoli Premium di Marco Palombi

Politica - 20 novembre 2018

Conte: “Nuovi inceneritori sono esclusi dal contratto”

La situazione a Caserta ieri era quantomeno paradossale. Mezzo governo arriva nella città campana, accolto dalle proteste dei comitati ecologisti della zona e dalle bizze di Vincenzo De Luca, per firmare un protocollo sulla Terra dei Fuochi, ma tutti parlano di inceneritori che col protocollo e i roghi di rifiuti non hanno nulla a che […]
Commenti - 18 novembre 2018

Di banche, Qe, golpettini di carta e spread: un promemoria

Noi siamo gente impressionabile e il cosiddetto flusso delle notizie ci turba sempre assai. Per questo vorremmo usare queste poche righe – prima di tornare nel mondo in cui il capo dello Stato, che pur si rifiuta di fare il leader Sì Tav, sovverte un voto a maggioranza assoluta del Parlamento sui saldi di finanza […]
Italia - 17 novembre 2018

Rifiuti, scontro nel governo tra ideologia e politichetta

Quello che ancora ieri continuava nel governo sui rifiuti in Campania è uno scontro su più livelli: ce n’è uno ideologico, che riguarda il modello di sviluppo; uno politico sul posizionamento in quella regione e più in generale nel Sud tra Lega e 5 Stelle; uno più squisitamente affaristico che riguarda la gestione di breve […]
Politica - 16 novembre 2018

Rifiuti, Salvini non ferma i roghi e la butta in vacca

Per capire l’uscita di Matteo Salvini sulla Terra dei Fuochi che ha mandato fuori di testa i 5 Stelle bisogna partire dal suo modo di essere ministro dell’Interno: molta politica, poco lavoro di macchina. A luglio il nostro dirama una circolare, condivisa col ministro dell’Ambiente Sergio Costa, in cui inserisce tra i “siti sensibili” che […]
Commenti - 15 novembre 2018

L’io diviso ai tempi dello zero virgola: il caso Tria

Passano i governi, ma c’è una cosa che non cambia: fare il ministro dell’Economia è lavoro di enormi responsabilità e scarse soddisfazioni, il povero Giovanni Tria – l’ennesimo stimato tecnico – non fa eccezione. Leggere la lettera che ha inviato alla Commissione Ue sulla manovra è una cosa che strazia il cuore, perché la sensibilità […]
Politica - 15 novembre 2018

Condono Ischia, una figura di palta per 409 case abusive (e far decidere tutto con la legge Craxi è incomprensibile)

In queste righe cercheremo di spiegare cos’è e cosa comporta di preciso quello che viene chiamato “condono di Ischia”, però il senso della cosa può essere ridotto a poche righe: una bella figura di palta, soprattutto per i 5 Stelle e Luigi Di Maio, per 409 case. A che serve. A Ischia, come nel Centro […]
Commenti - 14 novembre 2018

Una patologia ancora oscura: l’uomo che anela alla recessione

Giorni di numeri, di decimali, di poderosi sforzi predittivi: il governo, le Camere, l’Ufficio parlamentare di bilancio, l’Istat, il Fondo monetario, la Commissione Ue e cento altri ancora. L’esecutivo, per dire, dice che l’anno prossimo cresceremo dell’1,5%, la Ue dell’1,2, il Fmi dell’1. E ancora: secondo il governo il deficit sarà al 2,4% del Pil, […]
Economia - 14 novembre 2018

I gialloverdi battuti in Senato sul condono: fronda a 5 Stelle

I romani lo sapevano millenni fa, i gialloverdi l’hanno imparato ieri: senatores boni viri, Senatus mala bestia. Questa vecchia massima s’è plasticamente riproposta ieri all’ora di cena, quando un emendamento di Forza Italia contro il condono a Ischia (una sorta di paradosso) è passato nelle commissioni riunite Ambiente e Lavori Pubblici del Senato contro il […]
Politica - 13 novembre 2018

Poco fatturato e anni di rosso: una microimpresa in difficoltà

Posizionarsi su un segmento di mercato in crescita è sempre una buona idea per una piccola impresa e, se questo segmento trova il sostegno della domanda pubblica e l’attenzione delle grandi partecipate, lo è anche di più. La Casaleggio Associati – che prevede un ottimo 2018 grazie alla specializzazione “sulla ricerca in ambiti quali l’intelligenza […]
Politica - 12 novembre 2018

Il giornalone unico in piazza a Torino nel nome degli affari

Le piazze, specie quelle partecipate, sono sempre una buona notizia. Quando su un legittimo e benvenuto esercizio di partecipazione cala il racconto dei media, delle preferenze politico-culturali dei loro cronisti e dei loro editori, però, la faccenda si fa più scivolosa. Cosa si potrebbe scrivere oggi del peso effettivo di “Roma dice basta”, ovvero della […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×