/ di

Monica Frassoni Monica Frassoni

Monica Frassoni

Co-Presidente del Partito Verde Europeo

Sono nata in Messico, adoro ballare la salsa e mangiare piccante.
Ho studiato scienze politiche a Firenze e sono arrivata a Bruxelles nel 1987, per fare la Segretaria generale dei Giovani federalisti (JEF), sezione giovanile del Movimento federalista europeo fondato tra gli altri da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi. Nel 1990, ho cominciato a lavorare al neonato Gruppo dei Verdi al Parlamento europeo, con Adelaide Aglietta e Alex Langer. Sono stati anni di grande fermento per l’Europa, da Maastricht, alla Carta dei diritti fondamentali, alla battaglia per la costituzione europea. Nel 1999, sono stata eletta deputata europea nelle liste di ECOLO, i Verdi belgi, prima italiana eletta all’estero, un evento veramente sorprendente, almeno per me. Nel 2004 sono stata rieletta, questa volta con i Verdi italiani. Dal 2002 al 2009 ho presieduto il Gruppo dei Verdi con Daniel Cohn-Bendit, un vero fenomeno di simpatia e originalità dalle manifestazioni del ’68 in Francia ad oggi.
Nel 2006 ho guidato due missioni di osservazione elettorale della UE in Bolivia e in Venezuela e da allora mi interessa molto il tema dell’assistenza elettorale ai paesi in via di sviluppo. Con un simpatico gruppo di esperti europei di osservazione elettorale, ho co-fondato ECES, « European Center for Electoral Support ». Infine, dal 2010 lavoro con un gruppo di imprese e think tanks nella « Alleanza europea per l’efficienza energetica » EUASE, di cui sono Presidente.

Blog di Monica Frassoni

Zonaeuro - 12 settembre 2018

Orbán, le sanzioni all’Ungheria servono a difendere la libertà di un paese Ue

Oggi il Parlamento europeo ha adottato con larga maggioranza la relazione della deputata Verde Judith Sargentini, che chiede al Consiglio europeo di attivare l’articolo 7 del Trattato di Lisbona nei confronti del governo autoritario di Viktor Orbán per gravi violazioni dei valori fondamentali dell’Unione, soprattutto in materia di media, università e potere giudiziario. Questa relazione, […]
Mondo - 10 settembre 2018

Elezioni Svezia, l’estrema destra ha gli stessi voti della Lega. Nessuno però gli consegnerà il Paese

Si dice che soffiano venti neri in Europa un po’ ovunque, segno che le democrazie liberali vacillano, si incrinano. Nella realtà spesso e volentieri non va così, come successo in Olanda, in Francia, in Germania, in cui la paventata valanga dell’estrema destra si è arenata al momento delle elezioni nazionali. Di estrema destra si è […]
Zonaeuro - 28 agosto 2018

Nicolas Hulot, perché le dimissioni del ‘Piero Angela ecologista’ francese interessano anche l’Italia

Oggi Nicolas Hulot, ministro alla Transizione ecologica e solidale, da sempre uno dei più apprezzati del governo francese, ha dato le sue dimissioni durante la trasmissione vedette del mattino di France-Inter, lasciando esterrefatti i due giornalisti che lo stavano intervistando. Hulot ha motivato questa scelta con la necessità di smettere di “mentire a se stesso” […]
Politica - 23 agosto 2018

Autostrade, contro le proroghe alle concessioni abbiamo sempre combattuto con l’Unione europea

La tragedia del Ponte Morandi ha fatto emergere un tema rimasto confinato a gruppi di potere opachi che decidono chi deve gestire le infrastrutture in Italia e quindi stabilire le priorità della politica dei trasporti, come ben spiega Anna Donati, ex senatrice dei Verdi ed esperta di trasporti e infrastrutture, in un articolo che ripercorre […]
Politica - 15 luglio 2018

Trattato Ue-Canada, a essere contrari al Ceta non sono solo i sovranisti

Si torna a parlare di Ceta, il Trattato di libero scambio tra Ue e Canada, perché il processo di ratifica entra in un momento delicato. Il Presidente austriaco, ed ex leader dei Verdi, Alexander van der Bellen due giorni fa si è rifiutato di ratificare l’adozione del Trattato da parte del Parlamento, bloccandola fino alla […]
Zonaeuro - 29 giugno 2018

Vertice Ue, il baccano dell’Italia non ha funzionato. Ridono Orban e i nemici dell’Europa

Dopo una nottata in cui, a detta dei presenti, il nostro nuovo premier ha fatto la “voce grossa” e “sbattuto i pugni”, i leader europei hanno raggiunto un accordo sulla questione migrazione. La soluzione, secondo esponenti del M5S che la accolgono in toni quasi messianici e come un trionfo del governo giallo-nero (effettivamente, come soluzione […]
Zonaeuro - 22 giugno 2018

Migranti, il ‘divieto di accoglienza’ di Orbàn parla chiaro: l’Ungheria vuole porre fine al sogno europeo

Mentre la procura antimafia di Palermo chiede una volta per tutte l’archiviazione delle indagini sui presunti collegamenti tra le ong che operano soccorsi in mare e trafficanti perché inesistenti e, non solo, sancisce che l’operato di queste ong è perfettamente in regola con le leggi italiane; mentre Juncker corre in aiuto a Merkel con il […]
Economia & Lobby - 30 aprile 2018

Autostrade, neanche Margarete Vestager è riuscita a sconfiggere ‘i soliti noti’

Ancora proroghe per autostrade inutili e guadagni milionari per i soliti noti. Venerdì di Repubblica di questa settimana ospita una bella intervista con Margarete Vestager, la commissaria europea alla concorrenza, con foto valorizzanti della sua eleganza, del suo sguardo azzurro e un titolo per una volta positivo, l’europa che funziona. La signora Vestager, come prima […]
Mondo - 16 aprile 2018

Migranti, la nave Open Arms ora è libera ma quel sequestro resta una crudele scorciatoia

Oggi possiamo registrare almeno una buona notizia: la nave della Ong spagnola Open Arms è stata finalmente “liberata” a poco meno di un mese dal suo insopportabile sequestro disposto dal procuratore Carmelo Zuccaro, che aveva dimostrato una notevole mancanza di equilibrio ben prima della sua pericolosa ascesa agli onori delle cronache per via delle dichiarazioni […]
Mondo - 10 aprile 2018

Ungheria, la ‘contro-rivoluzione’ di Victor Orbán e il suo personale concetto di democrazia illiberale

Il primo ministro Victor Orbán – paladino di Matteo Salvini e Giorgia Meloni – è riuscito a raggiungere la maggioranza sufficiente a dargli la possibilità di cambiare la Costituzione a suo piacimento e continuare la sua opera di trasformazione dell’Ungheria in una “democrazia illiberale”. Questa vittoria è stata costruita con un lavoro paziente, svoltosi sotto gli occhi […]
Riciclaggio, parlamento Ue approva direttiva proposta da M5s: ‘Stati dovranno varare daspo per condannati’
Ue, io sto con Juncker: nella tempesta meglio la nave che le scialuppe

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×