/ di

Enrico Grazzini Enrico Grazzini

Enrico Grazzini

Giornalista economico e saggista

Sono nato a Milano nel 1953. Dopo essermi laureato in Scienze Politiche, ho preso un diploma post-universitario sulle comunicazioni di massa. Ho svolto diverse occupazioni, tra cui l’operaio, il delegato sindacale, il barista, il laureato disoccupato, il ricercatore, il consulente strategico d’azienda, lo scrittore di saggi.

Come giornalista economico, da oltre vent’anni collaboro e ho collaborato a diverse testate, tra cui il Corriere della Sera, il Manifesto, MicroMega, Economiaepolitica, Sbilanciamoci.info, Prima Comunicazione. Mi sono sempre occupato di economia delle comunicazioni e dell’informazione, di Internet, ICT e media. Ma sono anche impegnato sui temi economici e politici.

Come saggista mi occupo soprattutto di economia della condivisione, di beni comuni e di democrazia economica. Ho scritto “Il bene di tutti. L’economia della condivisione per uscire dalla crisi”, Editori Riuniti, 2011, “L’economia della conoscenza oltre il capitalismo”, Codice Edizione, 2008 e “Manifesto per la Democrazia Economica”, Castelvecchi Editore, 2014.

Blog di Enrico Grazzini

Economia & Lobby - 10 Aprile 2019

Debito pubblico, l’Italia non cresce ormai da troppi anni. Ma una soluzione c’è (e non è convenzionale)

Durante l’ultimo Forum Ambrosetti, che all’inizio di aprile ha visto riuniti a Cernobbio molte delle personalità più illustri della politica e dell’economia italiana, è stato presentato uno studio sul debito pubblico italiano. Ma questo studio fornisce conclusioni fuorvianti se non totalmente sbagliate. Senza dubbio la pesante zavorra che rischia di affondare l’economia italiana è il […]
Zonaeuro - 12 Febbraio 2019

Quantitative easing, il piano della Bce è fallito. Per ripartire occorre dare moneta all’economia reale

Qual è il bilancio finale del Quantitative easing? Il Qe appena terminato è stato sufficiente per evitare una nuova crisi dell’eurozona e, per quanto ci riguarda, dell’economia italiana? La risposta è negativa. Il programma di espansione monetaria lanciato dalla Banca centrale europea nel marzo 2015 e terminato alla fine di dicembre 2018 ha creato dal […]
Economia & Lobby - 12 Gennaio 2019

Carige, per proteggere il debito italiano serve una banca nazionale di sviluppo

Al di là delle strumentali polemiche politiche sul caso Carige, il vice-presidente del Consiglio Luigi Di Maio ha perfettamente regione su un punto fondamentale: in Italia abbiamo bisogno come l’acqua di una banca pubblica di sviluppo, ovvero di una banca la cui attività creditizia sia indirizzata non solo al profitto ma al finanziamento di progetti […]
Zonaeuro - 15 Novembre 2018

Disoccupazione e austerità portano al nazismo. Oggi come ieri

Negli anni Trenta del secolo scorso la dura austerità imposta in Germania dal cancelliere Heinrich Bruning ha fatto vincere il nazismo. Nei tempi attuali la politica di austerità imposta dall’Eurozona alimenta il populismo di destra in tutta Europa. Se la politica economica restrittiva dell’Euro non cambierà radicalmente, l’Europa a guida tedesca è destinata a favorire […]
Zonaeuro - 3 Novembre 2018

Mario Draghi difende l’indipendenza della Bce. Ma è davvero così?

“L’indipendenza di una banca centrale è essenziale”, ha affermato recentemente il presidente della Bce, Mario Draghi. “Se le banche centrali fossero meno indipendenti, e il pubblico percepisse che la politica monetaria può essere condizionata in una direzione o nell’altra, ciò alla fine destabilizzerebbe le aspettative d’inflazione e minaccerebbe la stabilità dei prezzi, proprio come negli […]
Zonaeuro - 23 Ottobre 2018

Spread, ai mercati non conviene far fallire l’Italia ma vorrebbero una patrimoniale

Per uno Stato carico di debiti come quello italiano, è meglio continuare a indebitarsi sempre di più sui mercati finanziari, eventualmente applicare una nuova imposta patrimoniale o invece emettere moneta fiscale? E’ impossibile anticipare l’esito del braccio di ferro tra lo Stato debitore e la grande finanza che specula sul debito. E’ impossibile prevedere quale sarà […]
Economia & Lobby - 4 Ottobre 2018

Spread, contro la speculazione di mercato e la complicità dell’Ue una soluzione c’è

La soluzione alla crisi dello spread per un governo coraggioso, giusto e intelligente c’è. Anche senza portare il deficit pubblico fino alla soglia del 2,4% sul Pil, il governo giallo-verde avrebbe la possibilità di garantire un reddito di inclusione per le famiglie più disagiate e di fare gli indispensabili investimenti per rilanciare l’economia e l’occupazione. […]
Economia & Lobby - 4 Settembre 2018

Napoli, de Magistris pensa a una moneta parallela. Ma i precedenti non fanno ben sperare

La moneta parallela di Napoli annunciata dal sindaco Luigi de Magistris sarà più simile a quella della California o a quelle dell’Argentina? De Magistris ha annunciato con molta enfasi che la città di Napoli si renderà autonoma dal sistema politico del nord e dal governo “nordista” restando comunque ovviamente rispettosa delle leggi e della Costituzione. […]
Zonaeuro - 14 Agosto 2018

Contro spread e speculazione, il governo deve emettere titoli fiscali accettati dalla Bce

Il governo potrebbe battere la speculazione sui titoli di Stato e ridurre lo spread con una mossa relativamente semplice: quella di emettere Titoli di Sconto Fiscale accettati dalla Bce e in grado di fare ripartire la domanda interna, e quindi l’economia, senza aumentare il deficit pubblico. Questi titoli sarebbero valutati positivamente dalla agenzie di Rating, […]
Zonaeuro - 12 Giugno 2018

Rapporto debito/Pil, perché i mini-bot sono meno efficaci dei Tsf

L’enorme debito dello Stato italiano – pari a circa 2mila 300 miliardi, ovvero al 132% del Prodotto interno lordo – è un macigno sulla strada di qualsiasi governo. Il peso del debito impedisce all’economia di svilupparsi. Come risolvere il problema? Ci sono due maniere di ridurre il rapporto debito pubblico/Pil: la prima è di diminuire il […]
Farmacie, i fondi le divoreranno. Ma il digitale può salvarle
Banche, oggi il web è un veleno per gli istituti. Ma domani potrebbe salvarli

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×