/ di

Alberto Garlini Alberto Garlini

Alberto Garlini

Scrittore

Sono nato a Parma nel 1969. Vivo a Pordenone. da quando ho quattordici anni, in base a idee sbagliatissime, voglio fare lo scrittore. Ci sono più o meno riuscito, prima scrivendo poesie poi tornando alla prosa. Tra i miei libri ricordo: “Futbol bailado” (Sironi 2004), “Tutto il mondo ha voglia di ballare” (Mondadori 2007) e “La legge dell’odio” (Einaudi 2012). Sono in una fase che devo decidere cosa fare, e mi sento in buona compagnia.

Blog di Alberto Garlini

Elezioni Amministrative 2017 - 12 giugno 2017

Elezioni Parma, Pizzarotti oltre l’ideologia e i partiti: perché i cittadini hanno scelto la persona

Un primo dato è il calo dell’affluenza, meno del 54% mentre nel 2012 era il 64% e addirittura nel 2007 il 74%, in dieci anni il 20% di elettori si è volatizzato. Non credo basti dire che molti sono andati al mare. Ci sono problemi più profondi, che non riguardano solo Parma, ovviamente. L’altro dato […]
Il Fatto del Lunedì - 22 marzo 2014

Moretti, il peggio dell’ideologia manageriale

“Una cosa è stare sul mercato, una cosa è una scelta politica. Lo Stato può fare quello che desidera, sconterà che una buona parte di manager vada via. Questo lo deve mettere in conto”. Così Mauro Moretti, amministratore delegato del gruppo Fs. La domanda riguardava l’ipotesi che il governo Renzi riducesse il tetto dello stipendio […]
Il Fatto del Lunedì - 11 marzo 2014

La responsabilità politica non è riassumibile in una sentenza giudiziaria

Durante la trasmissione Mix24 di venerdì scorso, condotta da Giovanni Minoli su Radio24, il governatore del Veneto Luca Zaia, tra le tante cose, alcune delle quali condivisibili, ha lanciato di sfuggita una proposta: “Si faccia un tribunale ad hoc per gli amministratori e si giudichino in 30 giorni o 60 giorni.” I politici, sempre più colpiti da […]
Mondo - 6 marzo 2014

Lo scrittore Nikitin: “Ucraina fulcro di interessi economici”

Ucraina Ho avuto modo di conoscere Aleksej Nikitin, scrittore ucraino di grande valore, in occasione del Festival letterario Pordenonelegge, di cui sono uno dei curatori. Aveva da poco pubblicato Istemi  per Voland editore, strano ma riuscitissimo romanzo che mischiava ironia, giochi di ruolo, potere spionistico e geopolitica. A parte l’ironia, un mix molto simile alla situazione attuale dell’Ucraina. Nikitin […]
Il Fatto del Lunedì - 26 febbraio 2014

Cosa c’è dietro ai suicidi a catena dei banchieri di Londra?

Sembra che sia un periodo nero per i banchieri. Qualche giorno fa un banchiere di JP Morgan di 33 anni Li Junjie si è tolto la vita lanciandosi da una finestra della sede di Hong Kong. Un primo suicidio vi era stato a gennaio, con il 39enne Gabriel Magee – vicepresidente del dipartimento di tecnologie […]
Il Fatto del Lunedì - 19 febbraio 2014

Sfacelo Italia: io so, e ho le prove… ma non cambia niente

Io so, diceva Pier Paolo Pasolini in un celebre articolo pubblicato sul Corriere della sera il 14 novembre 1974. Io so i nomi dei responsabili delle stragi, del tentato golpe, di coloro che dietro le quinte, tra una messa e l’altra, hanno dato le disposizioni e assicurato la protezione a vecchi generali golpisti. È, credo, uno degli articoli più […]
Il Fatto del Lunedì - 15 febbraio 2014

Giovani e lavoro, la simpatia di John Elkann

“Molti giovani non colgono le tante possibilità di lavoro che ci sono o perché stanno bene a casa o perché non hanno ambizione” sostiene il presidente della Fiat, John Elkann, che a Sondrio ha avuto un incontro con gli studenti della città.  Rincara poi la dose dicendo che “Non è vero che non c’è domanda. Se […]
Il Fatto del Lunedì - 12 febbraio 2014

Detrazione fiscale sui libri addio, ci avevamo creduto

Non tenete le ricevute dei libri acquistati, non serve più. La detrazione fiscale sui libri, una delle poche cose buone del governo Letta, è stata emendata. Dopo le promesse, ci eravamo per qualche mese illusi che il 19% del costo dei libri potesse essere detratto, dando in questo modo una boccata d’ossigeno al sistema editoriale […]
Economia & Lobby - 10 febbraio 2014

Crisi economica, perché il fior fiore degli economisti non l’aveva prevista?

Nel 2008, la regina Elisabetta in visita alla massima istituzione economica britannica, la London School of Economics, ha evitato sorrisi e chiacchiere formali, chiedendo ai professori riuniti: «Com’è possibile che nessuno si sia accorto dell’arrivo di questa crisi spaventosa?». Il padrone di casa, il professor Luis Garicano, direttore del dipartimento di management della Lse, ha risposto: «Vede, […]
Elezioni amministrative 2017, la dura lezione per Grillo: senza credibilità non si vince
Elezioni Genova, la città si sveglia leghista. E deve ringraziare M5s e Pd

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×